A- A+
Roma
Roma invasa dai rifiuti, salute a rischio: L'Avvenire affonda il Comune M5S

Sacchi di rifiuti per le strade e odore nauseabondo. La Regione Lazio allerta le Asl: possibili pericoli sanitari. Con il caldo la situazione è peggiorata: dopo gabbiani, topi e corvi, sono comparsi i vermi. L'emergenza Roma finisce sulle pagine dell'Avvenire, il quotidiano della Conferenza episcopale italiana.

E' un servizio-denuncia sulla vergogna di Roma ora divenuta emergenza. Scrive Pino Ciocola: D'estate è peggio. Molto. Perché quanto si vede si può anche raccontare, non si può invece far sentire l’odore nauseabondo. Quando si gira per le strade della Capitale, lo sguardo scivola sul cruscotto a notare la temperatura, che da domenica scorsa scende sotto i 34 solo verso le sette di sera mentre i rifiuti friggono e marciscono sotto il solleone sui marciapiedi.

Un’esagerazione? Ditelo all’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che ieri ha allertato tutti i direttori delle Asl romane «in relazione ai possibili effetti sulla salute pubblica», invitandoli «a verificare la corretta rimozione dei rifiuti», specie vicino a ospedali e a scuole materne. Visto che «la situazione non va sottovalutata stante le alte temperature» e «richiede la massima collaborazione dell’Amministrazione comunale e dell’azienda Ama». La ministra della Salute minimizza, il suo ministero «non ha ricevuto segnalazioni di rischio epidemiologico da Roma – fa sapere Giulia Grillo – tali da prefigurare un intervento diverso dal normale monitoraggio.

Il reportage sulla fauna romana
Gabbiani, corvi e topi. Allegre, nutrite colonie di vermetti vengono segnalate intorno ai cassonetti da piazza dei Condottieri fino alla Cassia, la fauna tuttavia è variegata. Si avvistano gabbiani a frotte, per esempio, che da queste parti non si chiamano Jonathan e sono affatto timidi, anzi. O i corvi, che se ne scorgono sempre di più, i cui becchi, esuberanti, hanno già spedito qualche romano al pronto soccorso. O, soprattutto, i topi, tantissimi e non è raro scoprirne qualcuno che passeggia in strada, mentre qualcun altro s’incontra in bocca ai gabbiani.

Il monnezza tour nella città
Come una sagra. Torniamo in macchina. Oltre la seconda è difficile si usino le marce, quindi difficile anche perdersi dettagli. Prendiamo via Oderisi da Gubbio, dove, buche a parte, ieri mattina e da tre giorni, sembrava di essere nel bel mezzo d’una specie di "sagra della monnezza". Un po’ come a Isola Farnese, tra montagne di sacchetti stracolmi, sciolti e puzzolenti che bivaccavano fin sulla strada da sabato scorso. Da strabuzzare gli occhi. Altro giro, altra morsa, stavolta con fuori programma. Ventitré e quindici, via Mario Soldati, appena... ventotto gradi, solito dejà vu di cassonetti vuoti e tappeto puzzolente d’immondizia intorno. Il signore è di mezza età o qualcosa in più, originario della Sardegna, lavora e vive a Roma da decenni. Occhi strabuzzati da sorpresa e ammirazione, è appena sceso da casa, indossa guanti, raccoglie e mette nei cassonetti i sacchetti a terra. «Ma no, non lo faccia!», viene spontaneo dirgli. «Lo faccio, lo faccio», risponde senza smettere. «Perché?». «Sono già in troppi a non pensarci» e chissà se si riferisce al Palazzo capitolino o alla gente o entrambi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    romarifiutiemergenza rifiutiavvenirecattolicicomune romavescovicaos rifiutiamam5sraggiroma rifiuti



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Meglio praticare sport o fare una dieta?
    Anna Capuano
    A Kabul di scena il male dei talebani
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Green Pass, ottenere uno Stato totalitario instaurando un regime terapeutico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.