A- A+
Roma
Roma nel baratro. Bus, metro, rifiuti, pulizia: tutti bocciati

I romani bocciano ancora una volta la qualità dei trasporti pubblici e della raccolta dei rifiuti nella Capitale.

 

Peggiora anche il giudizio sulla metropolitana mentre crolla la valutazione sulla raccolta porta a porta e la pulizia delle strade. A rivelarlo e' la relazione annuale, la tredicesima, sullo stato dei servizi pubblici redatta dell'omonima Agenzia per il controllo.
Sotto la sufficienza tutti i servizi pubblici di trasporto: 4,3 per bus e tram, 4,9 per le strisce blu. Per il 68% del campione tra le principali criticità c'e' la qualità del servizi. Male quest'anno anche la metropolitana e i taxi, che negli anni passati avevano ottenuto sempre voti sopra il 6, fermi ora a 5,9 nella valutazione dei cittadini per problemi di qualità e accessibilità. Il giudizio negativo sul comparto rispecchia la drastica contrazione dell'offerta del tpl, che dal 2006 al 2017 ha perso quasi 28 milioni di chilometri percorsi. Il servizio Metro e' cresciuto con l'apertura della linea C e della diramazione B1 ma resta comunque inferiore del 15% a quello programmato.

Le tre linee della Metro nel 2016 hanno sofferto di disfunzioni organizzative, col 30% delle corse saltate per mancanza di personale e il 37% per assenza di pezzi di ricambio. Male anche la raccolta dei rifiuti, nella relazione dell'Agenzia registra 3,7 nella valutazione dei romani sulla differenziata porta a porta, valore che tra il 2009 e il 2012 si era avvicinato alla sufficienza per poi andare in picchiata. L'estensione della differenziata, attualmente superiore al 40%, non ha dunque avuto effetti positivi. Ancora peggiore il giudizio sulla pulizia delle strade: 3,2, probabilmente correlato anche al calo di 50 milioni di euro negli ultimi 3 anni delle risorse destinate.

Si salva l'illuminazione pubblica, che si attesta al 6,2 mentre nel 2012 sfiorava il 7. Bene invece il comparto cultura, con i romani soddisfatti che lo valutano 7,2, anche se pure in questo settore si registra una flessione rispetto al 7,6 dello scorso anno, il PalaExpo (7,6) e l'Auditorium Parco della Musica (7,5) i siti più apprezzati.
"Le insufficienze più gravi vanno ancora una volta all'igiene urbana e alla mobilita', che costituiscono i principali motivi di insoddisfazione degli utenti, migliora invece il rating degli asili nido mentre restano stabili e positive le attività culturali e l'estate romana", ha sintetizzato il presidente dell'Agenzia per la qualità e il controllo dei servizi pubblici.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
romaservizi pubbliciqualità servizitrasportibusmetrorifiutipuliziadecoroculturavirginia raggim5s



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Ddl Zan, e se un ragazzo dicesse di essere un coccodrillo?
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ddl Zan affossato, la proposta liberticida coerente con il pensiero unico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.