A- A+
Roma
Roma, sesso tra coccodrilli e topi: si parla di periferie con vignette choc
Le illustrazione dell'Iper festival delle periferie di Roma

Immagini di un amplesso tra due coccodrilli, un bacio erotico tra una scimmia e forse un leone e tra un elefante e un topo: nel programma di Iper, il Festival delle Periferie di Roma, organizzato dal Comune e da Zetema, con l'apertura affidata al sindaco Gualtieri e all'assessore Gotor, è una specie di kamasutra confuso tra animali di specie diverse.

Non solo animali. Anche umanoidi impegnati in amplessi da equilibristi e figure umane con gli organi genitali ben evidenziati. Ammesso che la periferia possa essere fonte di ispirazione di avanguardie sessuali, non passa inosservata la scelta degli organizzatori di dare “corpo” alla sfilata di intellettuali che animano da ieri e sino al 6 giungo l'evento che dovrebbe contribuire a rilanciare il dibattito sulla seconda Roma alle prese anche e soprattutto con i progetti del Pnrr.

Il commento di un lettore: "Coccodrilli in calore allegoria del Raccordo Anulare"

E così un lettore giocando sul claim dell'evento “un ecosistema plurale, sano, equo e inclusivo" manifesta il suo disagio di fronte al programma ufficiale: “176 pagine dense di appuntamenti e incorniciate da un motivo ricorrente, la variopinta ceramica circolare - e rigorosamente senza centro - di un artista romano battezzata Sex Odyssey (2016): coccodrilli in calore, amplessi inclusivi, falli sani e plurali, zooerastie ibride. Una giocosa allegoria del raccordo anulare all'ora di punta, con tamponamento incluso? O forse di un'orgia multiforme nella prossima città a 15 minuti? O più banalmente il master plan del futuro skyline della Capitale "di tutti" (coccodrilli desideranti inclusi)?  L'evento è patrocinato dall'orgoglioso Comune di Roma, oggi Roma Capitale, ma il cittadino perplesso non può fare a meno di chiedersi se l'ufficio stampa del Campidoglio non abbia confuso il programma del Festival delle periferie con quello del prossimo Pride...”.

E conclude: “Solidarietà ai romani che attendono da anni un sobrio, noioso, tradizionale certificato urbanistico (o una casa popolare, un permesso a costruire, un bando pubblico...). Anche oggi... desìderi meno e "ripassi domani".

Il link per scaricare il programma di “Uncentered” il festival delle periferie

Iscriviti alla newsletter
Tags:
comune romafestival periferiegotorromavignette sesso con animali gualtieri






Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza

Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.