A- A+
Roma
Roma, spari contro casa dell'ex della compagna, l'agguato minacciato su TikTok

Glielo aveva promesso minacciandolo su TikTok e così ha fatto. Ha preso la pistola, è andato sotto casa dell'ex fidanzato della sua compagna e ha sparato. Ha fatto due volte. È quanto successo nel lunedì di Pasquetta alla Borghesiana, a Roma.

Una scena da film: sembrava di esser infatti sul set di Romanzo Criminale. 

Gelosia folle

Così un ragazzo di 30 anni ha provato a far fuori il suo rivale. Tutto è andato in scena alle 7.30 del mattino. I contorni della vicenda sulla quale stanno indagando gli agenti del commissariato Casilino della polizia di Stato sono ancora da chiarire, quel che è certo è che i  due colpi di arma da fuoco sono stati sparati. La vittima designata si è salvata gettandosi a terra, soltanto perché dalla finestra si è accorto delle intenzioni del suo persecutore.

La ricostruzione

Secondo quanto ricostruito, il 30enne romano si è presentato sotto casa dell'ex fidanzato della compagna che voleva tornare con lei. Lui, stanco di quelle avance che sapevano di minacce, più volte su TikTok gli avrebbe promesso che sarebbe passato all'azione e così ha fatto. Con la sua Fiat 500 X è andato sotto casa del rivale e al citofono ha cercato di convincerlo a scendere. Ma la vittima, agli arresti domiciliari, non lo ha fatto e si è affacciata alla finestra.

Prima gli insulti, poi gli spari

Ha fatto appena in tempo a vedere che il 30enne scarrellava la Beretta di piccolo calibro. Un gesto seguito da una serie di insulti urlati, a quel punto la vittima si è gettata a terra e il 30enne ha sparato due volte. Un proiettile ha colpito la tapparella, mentre un altro si è piantato sotto al balcone del secondo piano. P

L'arrivo della Polizia

La polizia allertata ha sentito i vicini di casa ed è riuscita in poco tempo a risalire all'identità dell'aggressore che avrebbe ammesso di aver mandato messaggi minatori e ha condotto gli inquirenti sul luogo dove aveva nascosto l'arma, risultata rubata nel 2018. Il trentenne è stato poi portato al carcere di Regina Coeli. L'accusa è tentato omicidio. Ora le indagini per ricostruire l'esatta dinamica e le motivazioni del gesto, dipanando così ogni dubbio.







Agenzia Entrate: tre funzionari corrotti in cambio di pranzi al ristorante

Agenzia Entrate: tre funzionari corrotti in cambio di pranzi al ristorante


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.