A- A+
Roma
Roma, tre arresti per tentato omicidio e rapina. La vittima era un nigeriano

Un’indagine iniziata lo scorso novembre ha portato la Polizia di Stato del commissariato Romanina, a dare esecuzione a 3 ordinanze di applicazione di misure cautelari personali per le ipotesi di reato di tentato omicidio e rapina.

Le ordinanze hanno raggiunto C. F. detto “Massimo” del 1976, con precedenti di polizia per delitti contro il patrimonio e la persona; C. G. detto “Pippo” del 1999, con precedenti di polizia per delitti contro il patrimonio, figlio di C. F.,  ed un bosniaco R.S. del 1987, con precedenti di polizia per delitti contro la persona ed il patrimonio.

I fatti risalgono a novembre 2017 quando durante una violenta aggressione un cittadino nigeriano, dopo essere stato rapinato dei suoi effetti personali, veniva colpito più volte al torace con un fendente. Ricoverato al Policlinico Casilino in codice rosso, e con prognosi riservata, nonostante la gravità delle sue condizioni fisiche, il nigeriano riuscì a raccontare dettagliatamente la dinamica dell’aggressione alla Polizia.

Il racconto del nigeriano ha permesso di capire come i tre agissero indisturbati sul loro territorio grazie al clima di terrore che erano riusciti a creare.

Partite allora le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma – Gruppo reati contro il patrimonio, gli investigatori sono riusciti a ricostruire tutte le vicende malavitose dei tre che sono stati poi raggiunti dalle ordinanze di misure cautelari personali per le ipotesi di reato di tentato omicidio e rapina nel carcere di “Regina Coeli”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
romaninaarrestonigerianoomicidiorapina



Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

i più visti
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.