A- A+
Roma
Rubavano defibrillatori della Metro A: ladri incastrati dalle telecamere Atac

Hanno rubato otto defibrillatori sulla Metro A di Roma per poi rivenderli online a 2000 euro ciascuno: ad inchiodare i due ladri, un uomo e una donna, le telecamere dell'Atac.

Le indagini degli agenti della Polizia di Stato sono iniziate, nei primi giorni di ottobre, in seguito alla denuncia sporta dai dipendenti dell’Atac presso gli uffici del commissariato Appio, diretto da Pamela De Giorgi.

Il personale della municipalizzata dei trasporti romani che svolge servizio presso le stazioni metropolitane della linea A lungo la tratta Arco di Travertino/Giulio Agricola, ha dichiarato che, dalla fine di Agosto, erano stati rubati ben 8 defibrillatori, del valore di circa 2.000 euro ciascuno, presenti nell’atrio di stazione interno ai tornelli e custoditi in una teca chiusa con un sigillo ma facilmente apribile per agevolare eventuali soccorsi.

Immediatamente gli investigatori, grazie alla fattiva collaborazione di personale di sicurezza della “Security Atac S.p.A.” che si occupa della vigilanza delle stazioni metro, hanno acquisito e visionato le riprese delle telecamere di videosorveglianza constatando che i furti erano avvenuti ad opera di un uomo e di una donna: i due, dopo aver rimosso il sigillo in plastica delle teche, avevano di volta in volta rubato i defibrillatori nascondendoli sempre all’interno di uno zaino.

Individuati e pedinati i ladri, i poliziotti sono riusciti ad arrivare al loro domicilio di fortuna, una ex falegnameria in disuso: qui sono stati trovati un defibrillatore rubato il 12 ottobre presso la stazione metro Porta Furba, gli abiti indossati durante il compimento dei reati, lo zaino nel quale era stata nascosta la merce sottratta, un telefonino ed una carta prepagata utilizzati per i contatti con gli acquirenti dei defibrillatori venduti tramite un sito online.

Un compratore è stato già individuato e denunciato per ricettazione mentre proseguono le indagini, su tutto il territorio nazionale, per il rintraccio degli altri acquirenti ed il recupero di tutti i defibrillatori rubati.

G.T. e M.C., rispettivamente di 30 e 27 anni, entrambi di origine campana, sono stati sottoposti a fermo per furto aggravato in concorso: l’Autorità Giudiziaria ha poi convalidato la misura precautelare disponendo, a carico dei due, l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria e il divieto di dimora nel comune di Roma.

Commenti
    Tags:
    defibrilatorimetro romametro aatacdefibrillatori metro


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Sgomberata l'ex Lavanderia di S. Maria della Pietà. “Zingaretti al manicomio"

    Sgomberata l'ex Lavanderia di S. Maria della Pietà. “Zingaretti al manicomio"

    i più visti
    i blog di affari
    La crescente popolarità di Gif e Meme e l'interesse delle aziende
    Dario Ciracì
    La Pandemia non frena i ritocchini, il dr. Manola: “Aumentati del 30%”
    Francesco Fredella
    Nuovo Dpcm, la Pasqua sarà perduta come il Natale con allucinanti lockdown
    L'OPINIONE di Diego Fusaro

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.