A- A+
Roma
Ruspe nella baraccopoli di Papa Francesco. Sant'Egidio: "Inutile umiliazione per rifugiati"

Qualche settimana fa la visita a sorpresa di Papa Francesco, oggi a sorpresa in via delle Messi d’Oro sono arrivate le ruspe. Dove sorgeva uno storico 'borghetto' per italiani poveri che negli anni hanno trovato soluzioni abitative migliori vivevano diversi gruppi di migranti, Ucraini, Indiani, Ecuadoregni, Etiopi, Eritrei, con situazioni varie. Alcuni di loro sono riconosciuti rifugiati, altri soffrono del diffuso disagio abitativo, altri ancora sono 'transitanti', eritrei arrivati con gli sbarchi degli ultimi giorni e in viaggio verso il Nord Europa.

"Si tratta di persone spesso molto giovani che hanno alle spalle viaggi terribili nel deserto e nel Mediterraneo e sono in procinto di trasferirsi in altri Paesi - commenta la Comunità di Sant'Egidio in merito allo sgombero della baraccopoli abusiva di Ponte Mammolo - La loro presenza - prosegue - ha provocato anche uno slancio di vicinanza e solidarietà da parte dei cittadini del quartiere circostante, che hanno portato nei giorni scorsi generi di prima necessità. Questo luogo è divenuto simbolico, tanto che Papa Francesco è venuto a visitarlo a sorpresa alcune settimane fa, prima di recarsi alla parrocchia del quartiere. Ci si chiede con amarezza perché non si sia fatto un trasferimento concordato con gli abitanti, ma si sia scelta la strada di uno sgombero improvviso che provoca inutili tensioni ed umiliazioni, oltre che la perdita di beni come elettrodomestici, documenti ed altro, che vengono distrutti insieme alle baracche. Umiliazioni che subiranno tra gli altri alcuni giovani studenti che erano a scuola o alcuni lavoratori che erano usciti al mattino senza sapere nulla: al loro ritorno troveranno la propria abitazione distrutta insieme ad alcuni beni".

"Mentre l’Europa si interroga su come far crescere la solidarietà nei confronti di profughi e migranti - conclude la nota - perché non promuovere anche a Roma nuove politiche di solidarietà, senza inutili umiliazioni verso persone che hanno già sofferto abbastanza? La Comunità di Sant’Egidio presente da oltre 20 anni accanto alle persone che hanno vissuto e vivono nel borghetto, ribadisce la propria disponibilità a sostenere nuove ed efficaci vie di solidarietà ed integrazione".
red

Tags:
papa francescosant'egidio
Loading...




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Estate 2020 da virus, c'è una task force silenziosa: 400 cani bagnino Sics

Estate 2020 da virus, c'è una task force silenziosa: 400 cani bagnino Sics

i più visti
i blog di affari
Mario Monti all'Oms, nuovi tagli alla sanità in nome del liberismo?
Di Diego Fusaro
M5s? Ora è diventato come gli altri. Il grillismo si sgonfia nella routine
di Maurizio De Caro
Accordo Israele Emirati Arabi Uniti: il nemico del mio nemico è mio amico.
Andrea D'Amico

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.