A- A+
Roma
Salva Roma, Salvini non molla: è Raggifobia. Fuoco ad alzo zero di Fdi e Pd

Salva Roma, Matteo Salvini contro Virginia Raggi sul Tg2, e poi non pago dell'attacco spara anche sul telegiornale della Rete ammiraglia della Rai, il Tg1. E' il lunedì dell'angelo, la Pasquetta che coincide col Natale di Roma e che il vicepremier Matteo Salvini vive col pensiero fisso al decreto Salva Roma e al sindaco della Capitale contro la quale non ci sono giorni di festa.

A Pinzolo Salvini tuona: “... aiutiamo tutti quelli che hanno dei problemi: altrimenti non ci sono quelli più belli e quello più brutti, anche perché a Roma mi sembra che ci sia un sindaco che non ha il controllo della città". Stressa località ma cambio di microfono e telecamera e il “capitano” dà sfogo alla Raggifobia: “A Roma mi sembra che ci sia un sindaco che non ha il controllo della città, dei conti, della pulizia, delle strade, delle case. Regali non ne facciamo".

Salvini rovina così la gita fuori porta anche al Pd che, per bocca di Roberto Morassut, cerca di mettere ordine nella bagarre del decreto che dovrebbe rimettere ordine nel debito storico della città: “La norma Salva Roma annunciata nel Decreto Crescita e che fa litigare la maggioranza è un ufo che nessuno conosce nel dettaglio. Aspettiamo di conoscerne il merito ma è già chiaro che su questo tema è in corso uno scontro tra il populismo del Movimento Cinque Stelle e quello della Lega, che usano Roma come merce di propaganda elettorale ma non risolvono alcun problema. Tutto questo danneggia i cittadini romani e danneggia il Paese di cui Roma e la Capitale''.

Con accenni “pro Raggi” ma in chiave più romana, il capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, Francesco Lollobrigida: "Il ministro Salvini prenda atto che Roma non è un Comune come un altro ma la Capitale d'Italia, alla quale servono poteri e risorse straordinarie che ne riconoscano la centralità per lo sviluppo della Nazione. Inutile chiacchierare di problemi, di traffico e di immondizia -aggiunge - se poi non si lavora per risolverli. Noi prescindiamo da chi governa Roma e lavoriamo per sostenerla. Su questo si dimostra la buona fede, anche nello scrollarsi di dosso i residui dell'educazione padana”.

La replica M5S agli attacchi di Salvini: "Piuttosto la Lega pensi a Siri e alle indagini sui fondi che riguardano anche il loro tesoriere"

Commenti
    Tags:
    salva romadefsalviniraggiromalegam5sfdimorassutlollobrigidadebito romaamaroma fuori controllo




    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Estate 2020 da virus, c'è una task force silenziosa: 400 cani bagnino Sics

    Estate 2020 da virus, c'è una task force silenziosa: 400 cani bagnino Sics

    i più visti
    i blog di affari
    Mario Monti all'Oms, nuovi tagli alla sanità in nome del liberismo?
    Di Diego Fusaro
    M5s? Ora è diventato come gli altri. Il grillismo si sgonfia nella routine
    di Maurizio De Caro
    Accordo Israele Emirati Arabi Uniti: il nemico del mio nemico è mio amico.
    Andrea D'Amico

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.