A- A+
Roma
Scacco al clan Gambacurta: chieste condanne per oltre 540 anni di carcere

Condanne per oltre 540 anni di reclusione sono state chieste dal pm Francesco Cascini di Roma nel processo in tribunale a una settantina di esponenti legati ai Gambacurta, clan egemone nei quartieri di Montespaccato e Primavalle, periferia nord della Capitale.

Le pene più alte sono state avanzate nei confronti del boss Franco Gambacurta, detto 'zio Franco', considerato il vertice del clan: 30 anni di carcere e altri 5 di libertà vigilata; 26 anni e 5 anni di libertà vigilata sono stati chiesti per Massimiliano e Roberto Gambacurta.

Ai componenti del gruppo criminale la procura contesta, a vario titolo, l'associazione a delinquere finalizzata a reati di usura, estorsione, riciclaggio, intestazione fittizia dei beni, traffico e spaccio di droga aggravati dal metodo mafioso. Parti civili costituite sono, fra gli altri, il Comune di Roma, la Regione Lazio, l'Associazione Codici e il Forum delle Associazioni Antiusura.

Per una decina di imputati è stata invece sollecitata l'assoluzione.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    clan gambacurtagambacurtaprocuraclan romacriminalitàcriminali roma



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia
    Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
    di Avv. Francesca Albi*
    Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.