A- A+
Roma
Sgomberare Casapound. Il comune di Roma dice sì alla mozione Pd

“Sgomberare Casapound”, il comune di Roma approva a maggioranza la mozione Pd. L'assemblea comunale chiede ufficialmente al sindaco Raggi di liberare lo stabile di via Napoleone III, occupato ormai da anni.

 

La mozione a firma del consigliere Dem Giovanni Zannola è passata anche grazie ai voti favorevi del gruppo M5S, che di fatto inchiodano la Raggi. La maggioranza ha infatti impegnato il sindaco ad intervenire presso il Ministero degli Interni e Prefetto, affinché, si legge nel documento, sia predisposto "lo sgombero immediato dell'edificio sito in Via Napoleone 111, illegalmente occupato dall'associazione CasaPound Italia". Il provvedimento richiede anche di "proseguire il percorso di permuta dell'immobile finalizzato alla sua riqualificazione, avviando un percorso di confronto con la cittadinanza e le Istituzioni territoriali per deciderne l'utilizzo futuro".

Fino ad oggi il sindaco Raggi non si era mai tirata indietro davanti all'ipotesi di un eventuale sgombero, limitandosi però a sottolineare come l'immobile non fosse di proprietà del Comune.

L'immobile di via Napoleone III è occupato dal 26 dicembre del 2003, dopo l'ingresso di un gruppo di militanti di estrema destra. In epoca fascista il palazzo ospitava l'ente per l'istruzione media e superiore mentre dal 1963 è divenuto sede di uffici del ministero dell'Istruzione. Negli anni successivi all'occupazione il Ministero ha comunicato al demanio dello Stato le cessate esigenze di utilizzo del palazzo. A causa dell'estenuante rimpallo di competenze tra enti dello Stato sulla titolarità della gestione dell'immobile, sono trascors nel frattempo 15 anni e il sollecito di sgombero è rimasto, fino ad oggi, sempre lettera morta.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    sgomberocasapoundm5sromaabusivicomunemozioneraggisalvinivia napoleone iii



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Italia 2^ in UE per abbandono universitario
    Massimo De Donno
    Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
    Boschiero Cinzia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.