A- A+
Roma
Solo il cinema può salvare Roma. Premio Unesco: "E' città creativa"

Altro che politica e vocazione economia. C'è voluto l'Unesco per dichiarare Roma al pari di Los Angeles. "città creativa". E il premio arriva nel momento più buio della città alle prese con una crisi economica senza precedenti e una crisi morale che segue l'offensiva di Mafia Capitale.
+"La proclamazione di Roma città creativa Unesco per il cinema è un grande successo per il Paese e tutto il cinema italiano". Così il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini che in una nota sottolinea come "la più importante istituzione culturale internazionale ha riconosciuto il ruolo strategico dell’industria culturale del cinema per la vita e l’identità della Capitale italiana. È un successo che arriva in un momento particolarmente positivo per il cinema di una città che ha dato in natali ai primi studios del mondo e a una delle più antiche e prestigiose scuole di cinema. Le vie di Roma, le sue piazze, i monumenti, le chiese, i palazzi e le sue aree archeologiche e la stessa Cinecittà sono tornati a essere un set naturale per le grandi produzioni internazionali grazie alle nuove norme sul tax credit. Le decine di migliaia di persone che a Roma vivono, lavorano e sognano di cinema hanno oggi un motivo in più per essere orgogliosi”.
E sulla vocazione di Roma arriva anche Francesco Rutelli: "Roma ha talenti che vanno molto oltre la sua crisi attuale. Il direttore generale dell'Unesco ha comunicato che tra le città che fanno parte della rete delle città cereative stabilita dall'Unesco, è stata inserita la capitale d'Italia per la sua vocazione produttiva nel campo del cinema e dell'audiovisivo. E' un successo della città e dell'azione condotta dalla rappresentanza italiana presso l'Unesco. Conflittualità, corruzione e inefficenze danneggiano gravemente l'immagine di Roma nel mondo ma le risorse creative e culturali della Città Eterna richiedono di essere governate e indirizzate come una imbattibile forza competitiva, economica e sociale. Tra le proposte de La Prossima Roma, in vista dell'elezione di un nuovo sindaco, le industrie culturali e creative saranno una parte determinante per una nuova stagione di innovazione e sviluppo".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cinemaunescofranceschinirutellimafia capitale



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
Cgil comica, difende il lavoro ma accetta l'infame tessera verde
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.