A- A+
Roma
Spacciatori in divisa: arrestati tre ex Carabinieri già cacciati dall'Arma

Erano Carabinieri, furono scoperti anche spacciatori e per questo vennero immediatamente cacciati dall'Arma, senza aspettare la conclusione dell'inchiesta penale. Per quell'inchiesta, oggi sono stati arrestati.

Era il 2015, quando i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma iniziarono ad indagare su un carabiniere, insospettiti dai frequenti contatti emersi tra il militare e altri soggetti, organici a locali consorterie criminali, con a carico pregiudizi penali in materia di stupefacenti. I successivi approfondimenti investigativi evidenziarono la stretta collaborazione tra il citato carabiniere e altri due colleghi, con i quali aveva instaurato uno stabile vincolo associativo finalizzato al traffico di stupefacenti.

Nel corso delle investigazioni, inoltre, fu individuato un garage nella disponibilità di uno dei militari, nel quartiere Infernetto, in cui furono documentate diverse movimentazioni di narcotico. A seguito di una perquisizione effettuata il 30 aprile 2016, all’interno del locale venne rinvenuto un cospicuo quantitativo di hashish. Altrettanto solleciti furono, da parte dell’Arma, i conseguenti provvedimenti amministrativi interni adottati nei confronti dei militari coinvolti nella vicenda che, da anni non più appartenenti all’Amministrazione, nell’immediatezza furono sospesi dal servizio, per poi essere definitivamente allontanati al termine dell’iter disciplinare di stato, finito con “la perdita del grado per rimozione”.

I provvedimenti amministrativi di cessazione di ogni rapporto di impiego furono adottati tempestivamente perché la scala gerarchica accertò, fin da subito, i gravi comportamenti illeciti posti in essere dai tre militari durante l’espletamento del servizio, senza necessità di attendere la definizione della vicenda in sede penale. Per quei fatti, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Roma hanno oggi notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Roma su richiesta della Dda della locale Procura della Repubblica, nei confronti dei tre ex militari, ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, spaccio, peculato, falsità materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale. Nell’ambito della stessa operazione, sono state inoltre eseguite perquisizioni personali e locali nei confronti di altri 5 soggetti, inseriti nel medesimo circuito relazionale, indagati anch’essi per il reato di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Durante l’esecuzione delle perquisizioni delegate, questa mattina, i Carabinieri hanno arrestato, in flagranza, anche un quarto uomo, uno dei cinque indagati destinatari di decreto di perquisizione, per detenzione ai fini di spaccio, in quanto trovato in possesso di  14,2 g di mariujana, 3 di hashish e materiale utile per il confezionamento delle dosi.

Commenti
    Tags:
    spacciatoridivisacarabinieriarma


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    L'asse Dibba-Casaleggio spaventa il nuovo M5s di Conte
    Porte blindate: il rapporto sulla filiera della sicurezza in Italia
    Redazione
    The Smart side of the Work – Rischi e opportunità del lavoro Agile

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.