A- A+
Roma
Stadio Roma, ex presidente Acea Lanzalone a processo: Comune è parte civile

Stadio Roma, il Comune di Roma è parte civile nel processo per corruzione e traffico di influenze illecite nei confronti di Luca Alfredo Lanzalone, ex presidente di Acea, e Fabio Serini, commissario straordinario dell'Ipa, l'ente previdenziale dei dipendenti capitolini.

 

A prendere questa decisione sono stati i giudici dell'ottava sezione penale del tribunale che hanno accolto l'istanza presentata dal legale del Campidoglio. Lanzalone dovrà rispondere anche di concorso in corruzione nella veste di pubblico ufficiale e consulente di fatto del Comune per le questioni relativo al nuovo stadio della Roma: secondo il pm Barbara Zuin, l'imprenditore Luca Parnasi, per il tramite di due suoi collaboratori, gli avrebbe promesso ed effettivamente erogato una serie di utilità avendo in cambio informazioni di prima mano sullo stato delle pratiche amministrative in corso legate allo stadio in costruzione e l'interesse all'acquisizione di un immobile presso il Business Park dell'impianto sportivo dove trasferire la sede Acea. Lanzalone, in particolare, è sospettato di aver curato la mediazione tra il Campidoglio e il club giallorosso che ha portato alla riduzione delle cubature del progetto.

Il terzo imputato, l'avvocato Luciano Costantini ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato e la sua posizione sarà esaminata il 2 aprile prossimo dal gup Costantino De Robbio assieme al resto degli imputati.

Commenti
    Tags:
    stadio romaromalanzaloneprocesso a lanzalonecomune parte civilecampidogliocomune di roma



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
    Di Ernesto Vergani
    Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.