A- A+
Roma
Tassa sui rifiuti, due dipendenti Ama cancellavano le cartelle Tari. La truffa

Truffa della tassa sui rifiuti, Tari: erano due i dipendenti Ama che, accedendo al sistema informatico modificavano i parametri per il calcolo dell'importo, consentendo a tre aziende risparmi per oltre 260 mila euro.

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il decreto di sequestro preventivo emesso dal G.I.P. del Tribunale capitolino, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per un ammontare complessivo di oltre 260.000 euro, pari all’importo di avvisi di accertamento emessi per l’omesso pagamento della Tassa sui Rifiuti Urbani (Ta.Ri.) e indebitamente annullati.

Le indagini traggono origine dalla denuncia presentata da A.M.A. S.p.a. in relazione ad anomali accessi al sistema informatico per la gestione della Ta.Ri. effettuati da due dipendenti – poi licenziati – impiegati presso il servizio tariffa rifiuti.

Le investigazioni svolte dai militari del Gruppo Tutela Spesa Pubblica del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno consentito di accertare che i due infedeli dipendenti avrebbero fatto abusivamente accesso al sistema per modificare i dati ivi contenuti, in modo da consentire a tre imprese di ottenere, a seguito di istanze di autotutela, l’annullamento degli avvisi di accertamento ricevuti. Nello specifico, sarebbero state attestate presentazioni di denunce di nuove utenze in realtà mai avvenute o variate arbitrariamente le metrature dei locali, al fine di far corrispondere un tributo minore a quello dovuto.

Per tali condotte, cinque persone – i due dipendenti e i tre rappresentati legali delle aziende – sono indagate, a vario titolo, per le ipotesi di reato di truffa, frode informatica, accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, falsità materiale commessa in atti pubblici e dal privato. Le loro responsabilità saranno accertate nelle competenti sedi processuali.

L’operazione odierna testimonia l’efficacia dell’azione svolta dalla Procura della Repubblica e dalla Guardia di Finanza di Roma contro ogni condotta finalizzata all’evasione dei tributi di qualsiasi natura, in danno dei cittadini e degli imprenditori onesti.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    tassa rifiutiamatarigaurdia di finanzatruffa taririfiuti



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*
    Il banco vuoto
    Pierdamiano Mazza
    Certificazione verde e MOG231
    di Guido Sola


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.