A- A+
Roma
Ticket: bar, ristoranti e super romani in rivolta. “Qui Group carta straccia"

Consip mette il fermo ai ticket restaurant della società Qui Group. Molti dipendenti della PA restano senza buoni pasto e bar e ristoranti e supermercati romani rischiano il tracollo per milioni di ticket che divengono ormai carta straccia.

Il disagio da tempo era nell’aria e in supermercati e centri commerciali era apparsa la scritta “non si accettano ticket Qui Group”, ma un epilogo così disastroso non era prevedibile.

Pronta la risposta della Fiepet Confesercenti di Roma il cui presidente, Claudio Pica ha detto: “E’ una vergona! Chiediamo con urgenza un incontro con il Governo. Valuteremo anche un eventuale esposto alla Procura di Roma, se sono stati commessi reati nella aggiudicazione della gara.

Consip ha deciso repentinamente la risoluzione della convenzione con l’azienda “Qui Group” ed ora, in Lombardia e nel Lazio, Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta, i suoi ticket non hanno più valore.

L’azione della centrale acquisti ha, come diretta conseguenza, che da ora in poi i dipendenti della PA, compresi poliziotti e carabinieri, non hanno più buoni pasto da spendere in bar, ristoranti e supermercati mentre, per quelli già spesi, bisognerà capire chi ne coprirà il valore.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
romaticketristorantibarpafiepetconfesercenticlaudio pica



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.