A- A+
Roma
Tivoli in festa: Bocci, Pannofino e Buccirosso sono La Banda dei tre

di Massimiliano Martinelli

 

Location suggestiva, grandi attori ed una storia originale. E’ questa la ricetta vincente de “La banda dei tre”, il nuovo film di Francesco Maria Dominedò con Marco Bocci, Francesco Pannofino e Carlo Buccirosso.

Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo libro di Carlo Callegari e per festeggiare la fine delle riprese il cast si è riunito nella serata di giovedì all'Hotel Cristallo di Tivoli.

Marco Bocci e Francesco Pannofino sono arrivati in compagnai del regista Dominedò, di Matteo Branciamore e di molti tra gli interpreti principali del film.  A fare da cornice le luci dell’antica città tiburtina, all’interno della quale sono state quasi interamente ambientate le riprese.

Il film racconta le peripezie di Claudio Bambola (Marco Bocci), un agente sotto copertura costretto ad un’improbabile alleanza con due pittoreschi criminali (Aldo Marinucci e Francesco Pannofino). Una serie di catastrofici eventi investirà l’insolita banda, tanto inverosimile quanto, involontariamente, divertente. Alla regia di Dominedò è così affidato il compito di fondere il genere noir con quello della commedia, per quello che si prospetta uno spettacolo tutto da scoprire.

Una delle grandi star della serata è proprio l’ex regista di “5”, che annovera, tra le sorprese maturate sul set, la scoperta di un mondo nuovo e affasciante come quello di Tivoli. La città laziale ha difatti costituito per il regista una vera e propria novità, dimostrandosi una location perfetta per storia e bellezza: “Non conoscevo bene Tivoli – ammette Dominedò – forse conoscevo piazza Garibaldi o poco più, ma ignoravo luoghi fantastici come la cittadella e molti altri. E’ un luogo bellissimo per un film, c’è molto materiale”.

Un Pannofino più sentimentale sottolinea invece l’amicizia che lega tra loro gli attori, più che semplici colleghi: “Restando così a contatto l’uno con l’altro ormai abbiamo stretto un forte legame, conoscendoci meglio dal punto di vista personale e del lavoro. Ho avuto occasione di conoscere Marco(Bocci), è un ragazzo bravo e grintoso”.

L’ex “Romanzo Criminale” e “Squadra Antimafia” Bocci parla di quelli che per lui sono gli aspetti innovativi della pellicola, senza però rivelare troppo: “E’ un film nuovo, particolare, con personaggi assurdi e stravaganti. Appartiene ad un genere nuovo e poco sperimentato in Italia, spero che piaccia. Noi ci siamo divertiti, spero che apprezzino pure nelle sale.”

Un poliziotto che di nome fa Bambola ed un nano che si chiama Piccolo, stranezze e contraddizioni di un mondo folle ma ancora abitato da sentimenti positivi. Arriva direttamente da Tivoli “La banda dei tre”, un film grottesco ed ironico, ma capace di conquistare con graffiante comicità.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tivolihotel cristallola banda dei tremarco boccifrancesco pannofinocarlo buccirossocinema



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
di Avv. Francesca Albi*
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.