A- A+
Roma
Tragedia sulla Metro A: muore un passeggero. Chiusa la stazione Ponte Lungo

Tragedia sulla Metro A: un passeggero è morto a seguito di un arresto cardiaco. Inutili i soccorsi del personale del 118 che ha tentato la rianimazione sulla banchina della stazione di Ponte Lungo, dopo i primi soccorsi avvenuti a bordi dei vagoni della metropolitana.

L'uomo è stato colto da un malore intorno alle 11:30, con Atac che ha dovuto prima rallentare la metro, poi sospendere le linea tra Manzoni ed Arco di Travertino per permettere i soccorsi del 118 a bordo del treno. Dopo i tentativi di rianimazione eseguiti dai medici, il passeggero è deceduto. La salma sarà messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

La tratta, intorno alle 12:20, è stata riattivata mentre la stazione di Ponte Lungo è rimasta chiusa.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    metro auomo mortomorto metrometro romametro ponte lungoponte lungochiusa metrometro chiusa



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*
    Il banco vuoto
    Pierdamiano Mazza
    Certificazione verde e MOG231
    di Guido Sola


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.