A- A+
Roma
Uccise i figli a Rebibbia, giudice assolve la madre: “Vizio totale di mente”

Uccise i due piccoli figli nel carcere di Rebibbia, Alice Sebesta assolta per vizio totale di mente: è questa la sentenza emessa in abbreviato dal gup di Roma Anna Maria Gavoni. Ora le aspettano 15 anni in un Rems, una Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza.

 

La detenuta tedesca Alice Sebesta, il 18 settembre 2018 scaraventò i due figli di 6 mesi e due anni, uccidendoli, nel reparto nido di Rebibbia. La donna dovrà però passare 15 anni in una Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza, struttura sanitaria di accoglienza per gli autori di reato affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi.

"Non è vero che sono una cattiva madre; non ho usato alcuna crudeltà - ha detto in aula Sebesta nel corso delle dichiarazioni spontanee - L’ho fatto per salvare i miei figli; a loro ci penso ogni giorno". Poi all’uscita dall’aula, tra le lacrime, ha salutato il suo legale, l'avvocato Andrea Palmiero.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    uccise figli rebibbiaalice sebestaalice sebesta assoluzioneassoluzionerebibbiacarcere rebibbiavizio totale di menterems



    Covid Roma: crescono i ricoverati ma la curva dei positivi continua a calare

    Covid Roma: crescono i ricoverati ma la curva dei positivi continua a calare

    i più visti
    i blog di affari
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.