A- A+
Roma
Unicoop Tirreno cede 8 sedi. Incontro con la Regione per evitare licenziamenti

Crisi Unicoop Tirreno, la cooperativa pronta a cedere 8 punti vendita operativi su tutto il Lazio. A rischio 270 lavoratori, sindacati sul piede di guerra.

 

 

Alta tensione tra dipendenti e vertici dell'azienda, che ha deciso di rimandare al 26 settembre, giorno dell'incontro con il ministero dello Sviluppo Economico, la discussione sulla cessione degli otto punti vendita: Pomezia, due, Fiuggi, Velletri, Aprilia, Genzano, Colleferro e Frosinone. Coinvolti molti lavoratori dei castelli romani, ma anche residenti di Roma Sud o delle province di Latina e Frosinone. "Quella cessione deve essere bloccata perchè si parla del futuro di 270 persone - ribadisce la Filcams Cgil di Roma e del Lazio - Lo abbiamo detto oggi e lo ribadiremo anche il 26 settembre insieme ai lavoratori che quel giorno sciopereranno e manifesteranno sotto il Mise. Non si può scaricare sui dipendenti le conseguenze di un piano industriale fumoso che mira solo al taglio ingiustificato dei salari e alla dismissione del contratto integrativo".

 

A tentare la mediazione la Regione Lazio, che attraverso l'assessore al Lavoro e Nuovi diritti Claudio Di Berardino si dice pronto ad incontrare i vertici dell'azienda, coinvolgendo anche i sette sindaci dei Comuni coinvolti. "Abbiamo raccolto le preoccupazioni dei lavoratori e invitiamo l’azienda, pur nel rispetto delle legittime scelte imprenditoriali - sottolinea Di Berardino - ad attendere i confronti istituzionali già in programma per adottare ogni decisione, così da mettere le Istituzioni nelle condizioni di conoscere le motivazioni sottese all’eventuale cambiamento della struttura organizzativa ed eventualmente condividere le scelte da compiere".
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    unicoop tirrenocessionepunti venditalavoratorilicenziamentiregione laziodi berardinosindcatatipomeziaroma



    Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

    Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

    i più visti
    i blog di affari
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.