A- A+
Roma
Vertice di Ventotene, salpa la Garibaldi. Isola sotto controllo dei satelliti

dal nostro inviato
Valentina Renzopaoli


Napoli - Vertice Renzi, Merkel e  Hollande: Napoli è blindata già da domenica e Ventotene sotto controllo di aerei e radar da un paio di giorni.

La portaerei Garibaldi lascia il porto di Napoli alle ore 12: circa tre ore di navigazione prima dell'arrivo al largo di di Ventotene, l'isola pontina trasformata in luogo simbolo  per provare a rinsaldare i principi originari di un'orgoglio europeo parecchio arrugginito.  
Programma blindato, giornalisti “rinchiusi” nell'hangar della nave, bocche cucitissime, personale di bordo in allerta: circa quattrocento tra militari dell'Esercito e della Marina sono in servizio sulla nuova flagship della missione europea Sohia.
Il dispositivo di sicurezza è massiccio, il coordinamento organizzativo complesso e pronto a modificare i dettagli di minuto in minuto. Difficile immaginare un summit più scenograficamente scortato.
Il primo controllo dopo il varco del molo Pisacane: verifica dei documenti e passaggio sotto il metal detector. Lungo la banchina le volanti della polizia, i mezzi degli artificieri, le unità cinofile, i reparti subaquei della marina militare e le camionette dell'esercito. Una volta a bordo del gigante del mare, ancora un controllo ai terminali e poi il via libera all'imbarco.
La vita della giornata si svolge nella pancia della nave: per i centocinquanta operatori media, tra giornalisti, fotografi e tecnici video, delle testate italiane e straniere - francesi, tedesche e inglesi - è stata allestita una sala stampa con due linee wifi a disposizione, fuori uso ovviamente in alto mare. Sulla parete dell'hangar la frase simbolo della portaerei protagonista delle missioni in Somalia e in Kosovo durante i conflitti degli anni Novanta: “Nave Garibaldi C551 obbedisco”.
Ponte di volo assolutamente off limits per tutta la durata della navigazione: impossibile mettere il naso fuori dalle zone prestabilite, tantomeno sentire la brezza del mare tra i capelli. Le uniche aree accessibili sono l'area buffet, la toilette (uno per gli uomini e uno per le donne) e un'area fumatori. Almeno fino a quando non si arriverà a poche miglia dall'isola. Queste le disposizioni, a meno di cambiamenti dell'ultimo minuto.
L'arrivo delle delegazioni straniere e dei premier Matteo Renzi, Angela Merkel e Francois Hollande è previsto intorno alle 16.30. I tre leader atterreranno sulla portaerei con l'elicottero a qualche miglia da Ventotene. Ma l'arrivo spettacolare non potrà essere filmato né fotografato.
Per questioni di massima sicurezza, la Garibaldi non verrà ancorata, l'unità rimarrà in manovra con motore acceso. Intorno alle 18 è prevista la conferenza stampa: la location sarà quella del ponte di volo. Dunque uno scenario unico: in mare aperto con alle spalle l'isola, i suoi tre chilometri di costa bassa, e poco più in là lo skyline di Santo Stefano.
Si riparte dopo che i tre premier avranno lasciato la nave: l'attracco al porto di Napoli è previsto intorno alla mezzanotte.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
europagaribaldihollandemerkelrenziuevertice ventotene






Tor Bella Monaca, rivolta dei pusher contro i lavori: bruciato un furgone

Tor Bella Monaca, rivolta dei pusher contro i lavori: bruciato un furgone


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.