A- A+
Roma
Violentata e picchiata: il Gip convalida il fermo per il 23enne bengalese

Picchiata con una pietra, trascinata in una strada buia e violentata: convalidato il fermo in carcere per il 23enne originario del Bangladesh accusato dello stupro della giovane finlandese.

 

Resterà in carcere il ragazzo accusato della violenza sessuale sulla 20enne arrivata in Italia dalla Finlandia da qualche giorno per lavorare come baby sitter. La decisione è stata presa dal Gip al termine dell'udienza tenutasi nel carcere di Regina Coeli. Il bengalese è accusato di violenza sessuale e rapina, avendo derubato la giovane di tutti i contanti che aveva con sé dopo l'aggressione.

“Ho avuto un rapporto sessuale con la ragazza ma lei era consenziente”. Si è difeso così davanti al Gip il bengalese, negando che si sia trattato di uno stupro.

Nella serata di venerdì la ragazza era alla ricerca di un taxi per rientrare da un serata con le amiche, quando l'uomo l'ha avvicinata offrendole un passaggio. I suoi modi gentili e garbati l'hanno convinta ad accettare l'invito, ma dopo poco è iniziato l'orrore. L'aggressore ha minacciato di morte la giovane, picchiandola con una grossa pietra e costringendola a seguirlo in una zona buia ed appartata. L'uomo ha così abusato sessualmente della vittima per poi darsi alla fuga.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
violenza sessualegipbangladeshfinlandesebengalesefermoarrestoviolentatastuproromacentro storicoterminiaggressione



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
La CGIL è la stampella dei padroni
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.