A- A+
Roma
Violentava senzatetto e prostitute, Procura chiede il giudizio immediato

Potrebbe avere un nome ed un cognome l'uomo che ha aggredito, rapinato e violentato tre prostitute, in zona Salaria, tra il 20 settembre e il 5 ottobre.

 

La Procura di Roma sta valutando per C. P., romeno di 25 anni, la richiesta di giudizio immediato, ovvero la possibilità di saltare la fase dell'udienza preliminare. Il giovane, in attesa di accertamenti tecnici ed esame del DNA, è al momento il sospettato numero uno per l'aggressione delle tre donne, avvenuta secondo lo stesso modus operandi: legando, derubando e stuprando le proprie vittime. L'uomo potrebbe inoltre essere l'autore della violenza sessuale, della notte tra il 17 e il 18 settembre scorso, ai danni della clochard tedesca, lasciata nuda nel parco di Villa Borghese e soccorsa da un taxi.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
violenzastuprosenzatettovilla borgheseprostituteprocuragiudizio immediatoroma



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.