A- A+
Roma
Voragini, frane e rischio alluvioni, Roma colabrodo. 44 crateri in 3 mesi

Roma ridotta ad un colabrodo, con voragini che si aprono all'improvviso, “zolle” d'asfalto che franano, e un'area a rischio alluvioni più vasta d'EuropaNei primi tre mesi del 2018 a Roma si sono aperte 44 voragini.

 

Negli ultimi 8 anni si e' assistito a un grande incremento del fenomeno: da una media di 16 voragini l'anno si e' passati a una media annuale di piu' di 90, con un picco di 104 registrato nel 2013. E' uno dei dati contenuti nel primo 'Rapporto sul rischio idrogeologico nella Capitale' curato dall'Autorita' di distretto idrografico dell'Italia centrale in collaborazione con il Dipartimento della protezione civile, l'Ispra e #Italiasicura.Le aree particolarmente interessate dalla formazione di grandi voragini si concentrano nella porzione orientale di Roma.

I municipi piu' colpiti sono: il Municipio V, il Municipio VII, il Municipio II (quartieri Tuscolano, Prenestino, Tiburtino) ma anche il centro storico con le aree dell'Aventino del Palatino e dell'Esquilino. Nella porzione occidentale di Roma il municipio che conta più voragini è il XII seguito dall'XI (quartieri Portuense e Gianicolense). La causa principale della formazione delle voragini a Roma è "la presenza di numerose cavità sotterranee di origine antropica scavate dall'uomo a vario titolo ma principalmente per l'estrazione dei materiali da costruzione. Tali vuoti costituiscono in molti casi una intricata rete di gallerie".Sono stati sinora censiti e mappati 32 kmq di gallerie sotterranee che giacciono sotto il tessuto urbano. Le cavità si concentrano per lo più nella parte orientale della città.Molte aree di vuoti sono ancora sconosciute: manca all'appello ad esempio la grande Catacomba scomparsa di San Felice, sulla Via Portuense, che costituiva uno dei principali cimiteri della Roma cristiana del IV-V sec.

Rischio alluvioni

Il rischio alluvioni ed esondazioni riguarda un territorio urbano di 1.135 ettari dove vivono e lavorano circa 250 mila persone: la piu' elevata estensione d'Europa. E' quanto emerge dal primo Rapporto sul rischio idrogeologico nella capitale. "Un numero impressionante - ha sottolineato Erasmo D'Angelis, segretario generale dell'Autorita' di distretto idrografico dell'Italia centrale - che nasce da anni e anni di mancata prevenzione e ordinaria manutenzione". I siti soggetti a fenomeni franosi nel territorio del Comune di Roma sono 383. Tra le zone particolarmente a rischio per fenomeni piu' recenti, quelle della collina di Monte Mario, di viale Tiziano, Monteverde vecchio e Balduina.

Stati genarali del Tevere

A fine maggio Roma ospitera' gli Stati generali del Tevere. Lo ha annunciato Erasmo D'Angelis, segretario generale dell'Autorita' di distretto idrografico dell'Italia centrale presentando i risultati del primo Rapporto annuale sul rischio idrogeologico della capitale.

Tags:
romavoragini romafrana romarischio alluvioneroma bucatabucherischio idrogeologicoispraambiente
Loading...




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma, i dipendenti di Atac e Cotral si iscrivono al Sindacato degli immigrati

Roma, i dipendenti di Atac e Cotral si iscrivono al Sindacato degli immigrati

i più visti
i blog di affari
Dl Intercettazioni, è legge: benvenuti nell’ordine del totalitarismo liberale
di Diego Fusaro
Consiglio di Amministrazione Isagro S.p.A. Nuova data per l'assemblea
di Paolo Brambilla - Trendiest
Coronavirus, ristorante cino-giappo chiuso per solidarietà. Quanta dignità
di Angelo Maria Perrino

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.