A- A+
Roma
Zingaretti denuncia l'M5S Barillari. La replica: “Intimidazioni, do fastidio"

Nicola Zingaretti porta Davide Barillari in Procura. Il consigliere grillino denunciato per diffamazione del governatore della Regione Lazio, l'annuncio via social dello stesso Barillari: "Solo intimidazioni e ritorsioni, do fastidio".

 

È guerra aperta tra Nicola Zingaretti e Davide Barillari. Il numero della Pisana rompe gli indugi e passa all'offensiva, il consigliere M5S ribatte, tramite i social,  colpo su colpo. Grillino della prima ora nonché no-vax convinto e fautore di una "politica che viene prima della scienza", tanto da costringere pubblicamente Davide Casaleggio a prendere le distanze, l'ex sfidante di Zingaretti alla poltrona di governatore affida ad un lungo post la propria risposta, insinuando subito il sospetto sul caso: "Mi vengono in mente 2 parole: ritorsione e intimidazione". Nonostante una "guerra" promessa pubblicamente sulla questione vaccini, una campagna social martellate a colpi di post e retweet, e l'uso continuo di termini forti e discutibili nei confronti di Zingaretti, apostrofato come "donnicciola" solo pochi giorni fa, Barillari non ha dubbi: è un tentativo di farlo fuori. Ma Barillari è sicuro: "La mia coscienza è tranquilla perché non ho nulla da recriminarmi o da nascondere - scrive - a differenza di chi (s)governa questa Regione".

 

Zero autocritica quindi, tutto un "complotto" per tagliarlo fuori. Una teoria ormai consolidata e buona per ogni stagione. "Si è mosso lo zar in persona, che forse si è offeso per qualche mia parola che raccontava la verità su qualche loro impiccio - scrive Barillari - Strano anche che mi abbia denunciato, strumentalmente, proprio durante la campagna elettorale". Insomma, la "colpa" è tutta del suo atteggiamente da consigliere indefesso ed inflessibile. "Forse ho dato troppo fastidio?", si chiede retoricamente Barillari, lanciandosi in una lista delle sue interrogazioni presentati alla Regione Lazio.

E prosegue: "Io non sono certo un portavoce del MoVimento 5 Stelle che sta zitto. Non mi vendo e non mi lascio corrompere, mai. Andro’ avanti a denunciare il profondo livello di corruzione e di infiltrazioni mafiose....tutto il malaffare e tutti gli impicci nascosti sotto il tappeto di questa Regione".

A "spaventare" il consigliere grillino sarebbe però la "denuncia dall'interno" di Zingaretti, che per concludere in bellezza chiama "Mister Saponetta" nel suo post scriptum: "p.s.Mister Saponetta, mi hai denunciato nel tuo ruolo di Segretario nazionale del Partito Democratico, oppure nel tuo secondo ruolo (a tempo perso) di Presidente di Regione? - si chiede Barillari - Nel primo caso sarebbe solo un'azione politica infantile e ridicola.Nel secondo caso sarebbe un atto istituzionalmente grave (un Presidente che denuncia un suo Consigliere Regionale)". Teoremi a parti, a rivelare cosa ha dato veramente fastidio a Nicola Zingaretti sarò soltantoo il tribunale.

 

Commenti
    Tags:
    zingarettibarillariregione laziodenunciaaccusem5spdritorsioniintimidazionivaccinino vax


    Loading...



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Trema Monica Bellucci: la bellezza dell'abruzzese Annalinda Barini per un anno

    Trema Monica Bellucci: la bellezza dell'abruzzese Annalinda Barini per un anno

    i più visti
    i blog di affari
    Vaccini per riaprire la propria attività. La strategia dell'ordine dominante
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    L’arte di Street Wall Gallery colora non solo le vie di Milano con IGPDecaux
    Paolo Brambilla Trendiest
    Finché avremo gli occhi sul futuro, la storia avrà gli occhi su di noi
    Daniele Salvaggio, Imprese di Talento

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.