I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Fisco e Dintorni
Minori e Web: uso, abuso e pericoli: il vortice delle challenge di Tik tok
Avv. Alessandra Pepe, Ceo Meditatesi

Interessante ciclo di incontri gratuiti organizzati da Meditatesi per approfondire rischi e pericoli della rete.

Oggi siamo tutti costantemente connessi con tutto il mondo.

È impensabile una vita senza Internet che, a partire dal suo avvento, ha portato a cambiamenti profondi e radicali della società, tanto da essere paragonato da taluni all’invenzione della stampa, da talaltri, addirittura, allo sviluppo e alla distribuzione dell’energia elettrica. Ciò basta per evidenziarne la portata. Del resto se si pensa a cosa abbia rappresentato per la società e per l’economia l’invenzione/scoperta dell’energia elettrica si può immaginare parimenti un impatto del medesimo tenore attribuibile ad Internet.

Attraverso una connessione internet e uno smartphone, è possibile parlare in tempo reale e scambiare una quantità incontrollabile di informazioni, con persone in ogni parte del mondo. La rete, infatti, consente di abbattere i limiti di spazio, di tempo e di luogo derivanti dalla fisicità dei contenuti, assicurandone la fruizione ovunque.

L’avvento del Web e dei Social Network hanno svolto un ruolo decisivo nella realizzazione della c.d. trasformazione digitale che ha condotto  ad un profondo cambiamento del sostrato socio-culturale, contribuendo a delineare un rapporto del tutto nuovo tra uomo-tecnologia digitale, rapporti i cui contorni si modificano continuamente, proprio in ragione delle sempre più diverse applicazioni ed utilizzo degli strumenti tecnologici e digitali nei diversi settori e ambiti.

Per le nuove generazioni  lo schermo del cellulare rappresenta uno spazio per comunicare così come quello del computer connesso a Internet. A loro disposizione c’è una grande quantità di strumenti digitali di apprendimento e comunicazione formativa e sociale: il web, i blog, il telefono cellulare, le chat ecc. Tutti questi strumenti digitali (blog, Facebook, posta elettronica) sono parte integrante delle loro relazioni sociali e hanno cambiato il loro modo di vedere il mondo.

Sono considerevoli i benefici e le opportunità degli strumenti digitali i quali possono costituire un valido supporto per  l’insegnamento, per l’apprendimento, per l’acquisizione di competenze complesse come la risoluzione dei  problemi, ed ancora per lo sviluppo di congetture, di dimostrazioni, consentendo, altresì, di partecipare attivamente al processo educativo all’interno di comunità virtuali che apprendono collaborativamente.

Se, per certi versi,  è stato più volte lanciato un deciso j’accuse nei confronti della rete per contribuire questa al distanziamento sociale fra gli individui e all’alienazione, per altri, e soprattutto nell’attuale scenario storico, nel quale il mondo sta fronteggiando i problemi legati alla diffusione della pandemia da Covid19, le piattaforme informatiche e telematiche hanno consentito un avvicinamento fra le persone, nonché la prosecuzione delle attività didattiche, accademiche, lavorative e professionali.

Non c’è ombra di dubbio che Internet sia fonte di grandissime risorse e che abbia migliorato la qualità della vita sotto tanti aspetti, ma non bisogna dimenticarsi dei molteplici pericoli che nasconde.

Se da un lato ci sono gli adulti, che spesso (ma non sempre) fanno un uso consapevole e responsabile di Internet, dall’altro ci sono i minori che, invece, non sono spesso capaci di discernere i rischi presenti in rete. Da qui, nasce l’idea dell’Avv. Alessandra Pepe, responsabile di Meditatesi, di dedicare un Ciclo di Seminari di due incontri dal nome “ Minori e Web: uso, abuso e pericoli”, con il patrocinio del Centro Studi Sances, finalizzati a formare, informare e sensibilizzare su un thema così caldo e interessante da approfondire su più fronti, da quello sociologico, psicologico e giuridico.

Nell’incontro tenutosi il 17 aprile, la Dott.ssa Elena Canopoli e la Dott.ssa Marilina Petrizzelli hanno analizzato alcune delle forme di pericolo più comuni a cui vanno incontro i minori navigando in rete: il revengeporn, la pedopornografia, il grooming, il cyberbullismo e il cyberstalking. Imprescindibile è stato, inoltre, l’approfondimento sul ruolo decisivo ricoperto dai genitori: tenere i giovani e gli adolescenti lontani dal web non è pensabile, ma i genitori possono sicuramente educare i propri figli a un uso sano dei sistemi digitali, fornendo loro gli strumenti conoscitivi per comprendere e prevenire ogni situazione di rischio.

Nella giornata del 24 aprile, invece, la Dott.ssa Eleonora Benedetti e la Dott.ssa Chiara Panato avranno cura di affrontare un fenomeno molto complesso, quello delle Challenge, ossia sfide estreme alle quali si sottopongono i giovani per mettere alla prova il proprio coraggio e le proprie capacità fisiche, per poi renderle pubbliche tramite video condivisi sui social. Purtroppo, però, spesso queste sfide si trasformano in vere e proprie tragedie. L’incontro de quo sarà dedicato alle Challenge più pericolose: Blue Whale, Jonathan Galindo e Blackout Challenge, con particolare attenzione al caso, noto alle cronache, della bambina di Palermo lo scorso 21 gennaio 2021, dopo aver preso parte ad una sfida di resistenza fisica. 

Commenti
    Tags:
    #tiktok #abusominori #pericoloweb #centrostudisances
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Conte e Lautaro: pace sul ring E Lukaku fa lo speaker. Video

    Inter, torna il sereno

    Conte e Lautaro: pace sul ring
    E Lukaku fa lo speaker. Video

    i più visti
    in vetrina
    Ferragnez: "Abbiamo comprato casa a Milano, sarà pronta nel 2022"

    Ferragnez: "Abbiamo comprato casa a Milano, sarà pronta nel 2022"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Renault rinnova la sua gamma di veicoli commerciali

    Renault rinnova la sua gamma di veicoli commerciali


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.