A- A+
Sport
Fischi al San Paolo. Rafa Benitez: "Non mi sento a rischio, serve..."

Bigon: "Fiducia in Rafa" - "Il rapporto tra De Laurentiis e Benitez non si è incrinato. Il presidente ha più volte affermato la sua piena fiducia nel tecnico e in questo gruppo di lavoro". Lo ha detto Riccardo Bigon dopo il 3-3 contro il Palermo. Il direttore sportivo del Napoli ha smentito che il mercato possa aver influito su questo inizio di stagione difficile: "Non credo che sia l'argomento importante. Contro il Palermo c'era in campo solo Koulibaly di nuovo e credo che questa squadra abbia dimostrato più volte che può tranquillamente vincere sapendo le difficoltà che il calcio italiano ti mette di fronte. Non è che a causa del mercato Il Napoli non possa vincere contro il Palermo. Dobbiamo recuperare l'entusiasmo dell'anno scorso e giocare con la mentalità libera. Non è facile, ma l'allenatore saprà come lavorare".

Benitez, "non mi sento a rischio, serve solo serenita'" - "La squadra ha bisogno di serenita', intensita' e mentalita' per giocare al livello che sa. L'inizio non e' stato facile ma dobbiamo lavorare tutti insieme per dimostrare le nostre qualita'". Cosi' Rafael Benitez commentando, a Sky, il deludente pareggio per 3-3 contro il Palermo. Il suo Napoli e' uscito tra i fischi: "L'aspetto positivo e' aver segnato tre gol, aver creato tante occasioni, poi c'era un rigore netto che poteva cambiare la partita ma abbiamo subito tre gol che non dovevamo subire - sottolinea il tecnico spagnolo -. Vedere la squadra che fa tre gol e' positivo, ma manca la serenita'. Siamo in crisi? Sono i numeri di una squadra che ha fatto 78 punti l'anno scorso e che deve recuperare la serenita'. Se ho sentito De Laurentiis e mi sento a rischio? Non mi sento a rischio, non abbiamo avuto tempo di sentirci, se devo sentire continuamente il presidente per capire se sono a rischio o meno...Posso dire che la squadra tornera' a far bene, adesso devo farla ripartire. Questi giocatori hanno la qualita' e dobbiamo farlo tutti insieme, io faccio il mio e dobbiamo recuperare un livello di squadra alto". "L'anno scorso - continua Benitez - tutti parlavano di un passo avanti di questa squadra a tanti livelli, dobbiamo migliorare a livello di mentalita', ma dobbiamo recuperare tutti i giocatori che possono fare la differenza in campo".

Napoli-Palermo 3-3, fischi al San Paolo - Il Napoli non sa piu' vincere e chiude tra i fischi del suo pubblico. Dopo due sconfitte consecutive con Chievo e Udinese, la squadra di Benitez (che in avvio ha rinunciato a Higuain preferendogli Zapata) non e' andata oltre il 3-3 casalingo contro un Palermo che, dopo l'1-1 con l'Inter, ha avuto il merito di fermare un'altra big del campionato, rimontando dal 2-0 e dal 3-2 grazie a Belotti (doppietta) e Vazquez davvero super. Pronti-via e subito Zapata pericoloso, con Sorrentino che si salva in angolo. Sul corner Callejon pesca Koulibaly, Bamba lo perde e Napoli in vantaggio. Il Palermo fatica, Hamsik sfiora il raddoppio con un gran sinistro che sibila vicino all'incrocio dei pali. Il colombiano pero' all'11' non sbaglia, anche se Hamsik, autore dell'assist, era partito in fuorigioco. Il Palermo non c'e': para ancora Sorrentino sullo scatenato Zapata. Il gol lo fa pero' il Palermo al primo assalto: corner di Barreto, vola in cielo Belotti e per Rafael nulla da fare. La difesa a tre rosanero scricchiola dalla parte sinistra, quella occupata dall'esordiente Bamba: e' il camerunese a intervenire in maniera spericolata sullo scatenato Zapata lanciato a rete, sembra rigore netto ma Doveri lascia correre tra le proteste. Partita incredibile, il Palermo la rimette in parita' con il solito Vazquez: splendida l'incursione sulla destra di Morganella, Belotti sfiora e il Mudo non perdona Rafael, infilato sotto le gambe. I ritmi si placano e al 41' serve un grande intervento di Terzi per evitare l'incursione di Hamsik.Occasione per il Palermo in contropiede (perfetto Inler su Vazquez), allo scadere il Napoli torna avanti: con Callejon, che sfrutta al meglio il lancio di Gargano alle spalle del solito Bamba per il 3-2.Al rientro grande equilibrio e Palermo che ci prova: Ghoulam salva su Dybala sull'offensiva di Vazquez, Belotti mette i brividi a Rafael con un gran destro, poi il "Gallo" e' preciso nel coronare una splendida azione avviata dal tacco di Vazquez e rifinita da Dybala: 3-3. Mentre Higuain continua a guardare la partita dalla panchina, si accende Mertens: numero su Andelkovic e cross in mezzo, salva tutto Bamba. Poi Joao Silva per Dybala, De Guzman per Hamsik e soprattutto Higuain: fuori un comunque positivo Zapata.Il Pipita, cosi' come Insigne nel finale, non riesce a incidere e allora il Palermo strappa un punto pesante quanto meritato, mentre Benitez resta da solo con i suoi interrogativi. E i 17mila del San Paolo fischiano una squadra che ha perso la sua identita'.

Tags:
benitezcrisi napoli
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.