A- A+
Sport
benitez hamsik

Era annunciato Fabio Pecchia in conferenza stampa ma alla fine, alla vigilia di Genoa-Napoli e' Rafael Benitez a presentarsi davanti ai giornalisti. "Abbiamo deciso che era meglio venire cosi' nessuno ha niente da ridire", spiega il tecnico spagnolo, per nulla preoccupato dalle prime critiche dopo il pareggio interno contro il Sassuolo. "Quando si gioca ogni tre giorni mi concentro sempre sulla partita successiva e non ascolto le dicerie della gente. Provo a fare cio' che credo bisogna fare", spiega l'ex Liverpool, dunque concentrato solo sulla sfida in casa del Genoa. "Dovremo reagire dopo un pareggio contro una squadra che si pensava fosse facile da affrontare. Qualcosa e' andato storto, abbiamo fatto errori che dobbiamo migliorare".

"Roma e Inter le sorprese? All'inizio dicevo che queste squadre, insieme a noi, avrebbero lottato per lo scudetto. Avere una settimana per lavorare e' un vantaggio per loro, noi siamo in una condizione non perfetta perche' abbiamo lasciato due punti col Sassuolo. Non abbiamo ancora perso, la rosa e' forte, io sono tranquillo e non mi sorprendono i risultati di Roma e Inter". Per lo spagnolo hanno il vantaggio di non avere impegni infrasettimanale.

"Per me avere il problema del turn-over e' bello, e' tutto perfetto - precisa - troppi cambi col Sassuolo? Questa e' una squadra che gioca anche in Champions League. Volendo arrivare alla fine per vincere devono giocare tutti e l'incidente di percorso puo' starci. Behrami? E' diverso da Inler e Dzemaili, ma anche Radosevic ha quelle caratteristiche. Poi ogni partita e' una storia a se', a volte serve corsa e a volte serve far girare la palla". Tornando sul discorso scudetto e sulle ambizioni del Napoli, Benitez dice: "guardando le partite delle altre squadre mi rendo conto che sono tutti team di gran livello. Non possiamo fare 5 gol ogni partita. Ho visto Inter-Fiorentina, e' stata difficile per entrambe". Sulla possibilita' di vedere Pandev al posto di Higuain spiega: "Conosciamo le caratteristiche dei nostri giocatori, ma la cosa piu' importante e' la squadra e non il singolo. Infortunio Maggio? Io guardo i calciatori ogni allenamento. Tra Mesto e Zuniga scegliero' insieme ai medici. Entrambi sono adatti a sostituirlo".

Martedi' intanto c'e' l'Arsenal per la seconda giornata di Champions League, ma guai a distrarsi: "Sara' nella testa di qualcuno, ma noi sappiamo che la partita successiva e' sempre la piu' importante. Cambio di modulo? Dobbiamo cambiare qualcosa, possiamo farlo, noi abbiamo tanti moduli da schierare. Il modulo e' un'idea, ma la cosa importante e' avere la mentalita' giusta. In futuro sara' piu' facile cambiare piu' calciatori in una stessa partita. Tra tre mesi sara' piu' facile", ha concluso Benitez in conferenza stampa.

Tags:
benitezsassuoloromainter
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.