A- A+
Sport
De Jong salva Milan. Europa lontana, Inzaghi: "Meritavamo di vincere"

La Sampdoria passa in vantaggio con Soriano (magico servizio di Eto'o) al 13°, ma al 29° pareggia Nigel De Jong con la deviazione decisiva e goffa del centrocampista doriano Duncan. Nel finale palo dello spagnolo Suso con uno splendido tiro a girare. Finisce 1-1 a San Siro e il Milan resta a 7 punti dai blucerchiati a da una zona Europa che pare sempre più lontana. Domenica prossima un delicatissimo derby contro l'Inter che sta un punto sotto. Intanto la Curva Sud ha portato avanti la sua contestazione (#saveacmilan) a Silvio Berlusconi e alla società con nuovi striscioni (vedi gallery sopra).

"Abbiamo giocato bene, sono molto felice della nostra prestazione e del nostro grandissimo primo tempo", spiega al termine del match Filippo Inzaghi. "I doriani soffrivano ma non si puo' creare cosi' tanto senza segnare Questa e' stata l'unica pecca del prima tempo, uno dei migliori della nostra stagione. Nella ripresa loro hanno cambiato degli interpreti e ci sono stati venti minuti equilibrati. Abbiamo preso un gol evitabile in ripartenza, poi abbiamo pareggiato e preso un palo con Suso. Ai miei non posso dire niente, dobbiamo continuare cosi', con questa voglia e meritavamo di vincere: dobbiamo essere piu' cattivi vicino alla porta, ma accettiamo il risultato del campo", sottolinea l'allenatore del Milan ai microfoni di Sky. Nonostante il sesto posto che porta all'Europa League sia sempre piu' lontano, SuperPippo non se la sente di criticare la sua squadra: "Veniamo da alcune buone partite, oggi di negativo c'e' solo il risultato, non la prestazione. Dobbiamo continure cosi', senza guardare la classifica, e sono sicuro che ci toglieremo delle soddisfazioni. Quando bisogna giocare dieci finali, una puo' andare male: se avessimo avuto un'altra classifica, potevamo prendere meglio qesto pari ma ci sono ancora 24 punti a disposizione, oltre al derby di domenica. Dobbiamo proseguire con questo spirito: certo, in questo campionato avremmo dovuto fare di piu', ma mi impegno a migliorare la squadra ulteriormente da qui alla fine della stagione".

Bonaventura, buon Milan ma queste gare sono da vincere - "Abbiamo sbagliato parecchie cose durante il campionato e perso tanti punti e adesso ci troviamo a rincorrere.Tutto sommato penso che oggi abbiamo fatto una buona partita e forse meritavamo anche di vincere, abbiamo avuto buone occasioni.Dobbiamo vincerle queste gare, ma avendo perso tanti punti non e' facile essere sempre costretti a giocare grandissime partite".Questa l'analisi di Giacomo Bonaventura, ai microfoni di Sky Sport, dopo l'1-1 tra Milan e Sampdoria. Il centrocampista rossonero non vuole pensare ai discorsi che riguardano la proprieta'. "Dobbiamo concentrarci sul campo, quel che succede a livello societario non ci tocca piu' di tanto, in campo andiamo noi e le partite le dobbiamo vincere in primis per noi stessi perche' lavoriamo per fare le cose bene e portare a casa i risultati", ha spiegato l'ex Atalanta. Secondo Bonaventura bisogna migliorare in alcune cose: "dobbiamo cercare di muoverci un po' meglio in campo, non so forse Destro ha bisogno di qualche cross in piu', magari Cerci di qualche palla in profondita', vedremo".

Mihajlovic, noi un po' superficiali, futuro non deciso - "Nel primo tempo non siamo riusciti a giocare come volevo, abbiamo sbagliato troppi passaggi e non e' prima volta che succede. A Firenze e' successo e la scusa era il campo pesante, stavolta il campo era perfetto e temo che sia un problema di personalita'". Cosi' il tecnico della Sampdoria, Sinisa Mihajlovic, ha commentato a Sky Sport l'1-1 di San Siro contro il Milan. "Nel secondo tempo - ha continuato - ho cambiato modulo e posizioni dei giocatori, siamo andati in vantaggio e dovevamo chiudere la partita approfittando del loro momento di debolezza. Invece ci siamo accontentati del vantaggio pensando di gestire la gara ma noi non siamo in grado di farlo. Poi abbiamo preso il gol e abbiamo anche rischiato di perdere. Manteniamo comunque sette punti di vantaggio sul Milan. Sabato sara' fondamentale contro il Cesena, loro saranno all'ultimo spiaggia e sara' una partita difficile. Mancano otto giornate e abbiamo un certo vantaggio su Milan e Torino. Il nostro destino dipende da noi e questo e' sicuramente molto importante. Dobbiamo portare a termine questa bellissima stagione andando in Europa". Poi Mihajlovic e' tornato sul cambio di modulo che ha portato al momentaneo vantaggio di Soriano: "Ho cambiato per contenere i terzini: ho spostato Eder a sinistra per contenere Abate, ho accentrato Eto'o e messo Soriano a destra perche' mi serviva piu' fase difensiva. Poi ho cercato di contenere e ripartire in contropiede inserendo Duncan e Muriel". Il tecnico serbo si e' soffermato ancora una volta sul suo futuro, spiegando che alla base di ogni sua scelta in carriera "c'e' sempre il progetto al primo posto, qui alla Samp o altrove. Adesso pero' questo non e' il mio obiettivo primario. Stiamo facendo un campionato inaspettato. Se andiamo in Europa avro' ripagato il mio debito di riconoscenza con questa societa'. I cavalli vincenti si vedono al traguardo: sara' inutile aver corso tanto se ci supereranno negli ultimi cento metri. Io ancora non ho deciso se rimanere, non posso prendere in giro la gente - ha concluso -. Quando decidero' lo diro'. Non ho ancora deciso nulla. Sono troppo intelligente e maturo per farmi distrarre da queste voci e anche i miei giocatori sapranno farlo"

Tags:
de jongmilaneuropainzaghisampdoria
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.