A- A+
Sport
Federica Pellegrini, Olimpiadi: è in finale per la quinta volta

Federica Pellegrini e' riuscita nell'impresa di qualificarsi per la quinta finale olimpica consecutiva dei 200 stile libero, la distanza che la vista campionessa olimpica a Pechino nel 2008. 

Federica Pellegrini ha concluso al terzo posto la seconda semifinale dei 200 stile libero con il crono di 1'56"44 alle spalle dell'americana Ledecky (1'55"34) e della ceca Seemanova (1'56"14). Nelle precedenti finali olimpiche Federica era giunta seconda ad Atene 2004, quindi l'oro di Pechino 2008, quinta a Londra 2012 e quarta a Rio 2016.

La 'Divina', cosi' viene soprannominata la 32enne nuotatrice veneta allenata da Matteo Giunta, e' primatista mondiale dal 2009 con il crono di 1'52"98. La finale e' in programma domani alle ore 10,41 locali (le 3,41 in Italia). 

La finale dei 200 stile libero femminili delle Olimpiadi di Tokyo 2020 che vedra' sul blocchetto di partenza anche l'azzurra Federica Pellegrini, quinta finale olimpica consecutiva a pochi giorni dal compiere i 33 anni (il 5 agosto), si svolgera' domani alle ore 10,41 locali (le 3,41 in Italia).

Le finaliste saranno anche Ariarne Titmus (Australia/1'54"82 nella semifinale odierna), Sb Haughey (Hong Kong/1'55"16), Kathy Ledecky (Usa/1'55"34), Junxuan Yang (Cina), Barbora Seemanova (Repubblica Ceca), Penny Oleksiak (Canada) e Madison Wilson (Australia).

Tokyo 2020, Pellegrini: "La finale era il mio obiettivo"

"La finale era il mio obiettivo di questa olimpiade piu' che mai difficile, abbiamo creduto fino alla fine, insieme ad uno staff incredibile". E' questo il primo commento di Federica Pellegrini dopo aver centrato la sua quinta finale consecutiva alle Olimpiadi sui 200 stile libero diventando anche l'unica della storia a conquistare cinque finali ai Giochi nella stessa specialita'. "E' un anno che nuoto 1'56" e so bene cio' che posso ottenere: adesso mi aspetta la finale e voglio fare del mio meglio", ha aggiunto la fuoriclasse azzurra allenata da Matteo Giunta presso il centro federale di Negrar alle porte di Verona.

Pellegrini in finale alle Olimpiadi: è nella storia

Federica Pellegrini e' sempre piu' nella storia del nuoto mondiale dopo aver centrato la quinta finale olimpica sui 200 stile libero a Tokyo 2020. La campionessa azzurra e' l'unica nuotatrice di sempre ad aver centrato cinque finali consecutive nella stessa specialita' ai Giochi olimpici. La prima partecipazione olimpica alle Olimpiadi di Atene 2004 all'eta' di 16 anni, l'ultima quella di domani alla soglia dei 33 (il compleanno sara' il 5 agosto).

In mezzo una carriera fantastica con l'oro a cinque cerchi a Pechino 2008 e l'argento quattro anni in prima in Grecia. Nella bacheca della 'Divina', cosi' viene soprannominata Fede, anche sei ori mondiali (piu' uno in vasca corta) e sette europei (piu' sette in vasca corta). 

Pellegrini e' stata alfiere azzurro ai Giochi di Rio de Janeiro 2016. Quanto alla gara di oggi a Tokyo, la nuotarice veneta domani dovra' vedersela con Ariarne Titmus (Australia/1'54"82 nella semifinale odierna), Sb Haughey (Hong Kong/1'55"16), Kathy Ledecky (Usa/1'55"34), Junxuan Yang (Cina), Barbora Seemanova (Repubblica Ceca), Penny Oleksiak (Canada) e Madison Wilson (Australia). 

Domani, come si dice, "sara' un altro giorno" ma e' oggi che Federica ha compiuto l'impresa perche' l'obiettivo era la finale tutt'altro che scontata dopo la fatica della sera prima in batteria (si era qualificata col brivido, quindicesimo e penultimo tempo). Aveva detto che l'indomani sarebbe servito un "cambio di marcia", e cosi' e' stato.

Nelle acque del Tokyo Acqutics Centre, Pellegrini con 1'56"44 e' terza nella seconda semifinale alle spalle di Ledecky (1'55"34) e la ceca Barbora Seemanova (1'56"14). "Era un obiettivo di questa Olimpiade piu' che mai difficile, ci abbiamo creduto fino alla fine, insieme ad uno staff incredibile - dice Federica, atleta del Circolo Canottieri Aniene ed allenata da Matteo Giunta presso il centro federale di Negrar a Verona dopo essere cresciuta sotto la giuda del compianto Alberto Castagnetti - E' un anno che nuoto 1'56" e so bene cio' che posso ottenere: adesso mi aspetta la finale e voglio fare del mio meglio".

La quinta finale arriva dopo l'argento di Atene 2004 ad appena 16 anni e 12 giorni, loro di Pechino 2008, il quinto posto di Londra 2012 e il quarto di Rio 2016. In mezzo ben sei titoli mondiali (doppietta con i 400 a Roma 2009 e Shanghai 2011), quello in vasca corta del 2016 e cinque europei individuali piu' i sei in vasca corta. Peccato per Thomas Ceccon, quarto nella finale dei 100 dorso a soli 11 centesimi dal bronzo ma con la soddisfazione di aver migliorato ulteriormente il record italiano portandolo a 52"30.

Davanti all'italiano i russi Evgeny Rylov, oro con 51"98 (nuovo primato europeo) e Kliment Kolesnikov, argento con 52"00. Bronzo allo statunitense Ryan Murphy (52"19). "Sono un po' arrabbiato per aver mancato il terzo posto ma super soddisfatto per la mia prestazione - ha detto Ceccon -. Non pensavo di riuscire a fare meno del tempo nuotato in batteria, ho dato del mio meglio e ci sono anche riuscito. Non pensavo che andassero cosi' forte ma siamo all'Olimpiade".

Commenti
    Tags:
    federica pellegriniolimpiaditokyo 2020nuoto




    in evidenza
    Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

    Guarda le foto

    Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

    
    in vetrina
    Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici

    Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici


    motori
    Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

    Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.