A- A+
Sport
Thohir, 'l'Inter si è sempre distinta per integrità'. Pista Gomis

IL NUOVO COMUNICATO DI THOHIR - "Nel corso della sua lunga e gloriosa storia, l'Inter si è sempre distinta per integrità e lealtà, questa è la nostra missione: sostenere e continuare tale tradizione. Durante il mese di gennaio, l'Inter ha preso parte a numerosi confronti privati volti a rafforzare il nostro Club dentro e fuori dal campo. Queste discussioni che si svolgono in ambito professionale dovrebbero rimanere private, fare dei commenti pubblici prima che le trattative siano concluse ne danneggia l'andamento. In ogni cosa che faccio credo ci siano dei principi fondamentali per il successo come lavorare duramente, essere onesti e affidabili. Mi sono impegnato a rispettare questi principi all'Inter e a spronare il Club a raggiungere i più alti livelli. Come presidente dell'Inter il mio ruolo è valutare il rendimento del nostro personale e lanciare una sfida per eccellere, a me stesso e a tutto il nostro Club - al management, ai giocatori e allo staff. Non posso permettere a nessuno al di fuori della nostra Società di criticare pubblicamente le nostre dinamiche interne, difenderò l'Inter e ciò che rappresentiamo con ogni mezzo a mia disposizione. All'Inter abbiamo sempre agito responsabilmente e in buona fede, continueremo a prendere decisioni che siano nell'assoluto interesse del Club sia ora, sia in futuro".

I rumors su Moratti - Nervoso. I giornalisti che hanno provato a intervistare Massimo Moratti in queste ore di caos Vucinic-Guarin lo hanno trovato chiaramente stizzito. La vicenda non è certamente piaciuta all'ex patron e nell'ambiente c'è chi sussurra che Thohir dovrà fronteggiare il suo malumore. Addirittura qualcuno insinua che starebbe pensando di lasciare definitivamente, cedendo anche quel 30% di quote societarie in suo possesso.

guarin modificato 2
 

Guarin e Ranocchia - I problemi dell'oggi riguardano Guarin. Come si fa a tenerlo in squadra, anche solo per sei mesi vista la situazione? Quasi impossibile. Ecco perchè bisogna venderlo e cercare di non subire una eccessiva svalutazione del suo cartellino. Si torna ai vecchi nomi inglesi: Tottenham in primis, più defilato il Manchester United (e magari ancora Chelsea). Le offerte non superano i 10 milioni di euro, all'Inter per 12 milioni. lo venderebbero. Il tutto tenendo conto che Andrea Ranocchia aspetta la chiamata del Borussia Dortmund. Kloop lo vuole, ma il club tedesco ha rallenato la trattativa nelle ulime ore: evidente la volontà di giocare al ribasso rispetto a una rischiesta da 10-12 milioni per un difensore in scadenza tra un anno e mezzo e lontano anni luce da ogni ipotesi di rinnovo.

Gomis e Vucinic - E poi c'è la punta da consegnare forzatamente a Mazzarri. Il nome nuovo è rappresentato da Gomis, 28enne francese in scadenza di contratto. Siamo ai sondaggi per un giocatore di cui si parla bene da 7-8 anni, ma che non è mai davvero esploso. Thohir però in cuor suo spera di poter riaprire la trattativa Vucinic. Intanto perchè è il primo nome chiesto dal suo allenatore. Poi per cercare di ricucire i rapporti deterioratissimi con la Juventus. Anche se il nuovo comunicato (vedi sopra) lascia dubbi in tal senso...
 

Tags:
gomisvucinicinterjuventus
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.