A- A+
Sport
Il Milan sprofonda a San Siro: "manita" del Sassuolo ed è crisi

Calcio: continua la crisi del Milan, il Sassuolo lo travolge 5-2 a San Siro

Sesta partita di fila senza vittorie per il Milan, travolto 5-2 in casa dal Sassuolo e scavalcato al 2° posto dall'Inter a una settimana dal derby, i rossoneri sono terzi a quota 38 insieme all'Atalanta, a 2 lunghezze dai nerazzurri. Era dal 1997 (1-6 contro la Juve) che i rossoneri non subivano 5 gol in casa in A. In avvio annullato il gol di Giroud. Berardi protagonista con due assist per l'uno-due targato Defrel-Frattesi. Giroud accorcia, ma lo stesso Berardi segna di testa per il 3-1 con cui si va all'intervallo. Dopo la pausa entra Leao, ma c'è il rigore di Laurienté per il 4-1. Annullata la rete di Rebic, in gol anche Matheus Henrique per il 5-1 e Origi che rende leggermente meno pesante il passivo per la squadra di Pioli. Gli emiliani tornano alla vittoria e agganciano il Lecce al 15° posto con 20 punti.

L'atteggiamento del Milan ad inizio partita sembra quello giusto, diverso dalle ultime gare in cui era sempre andato sotto nei primi 10 minuti. Stavolta il primo gol è a tinte rossonere, lo segna Giroud, ma viene annullato per un fuorigioco millimetrico dopo la revisione del Var. Da quest'episodio pare che il Milan torni ad essere quello di queste settimane: sfilacciato, disattento, con poca personalità. E infatti il Sassuolo in due minuti, tra il 19' e il 21' passa e raddoppia, prima con un tap-in di Defrel, poi con una botta di Frattesi sul primo palo, entrambi con assist del solito Berardi.

Passano soltanto altri tre minuti, però, e la formazione di Pioli torna in gara grazie alla prima rete del 2023 di Giroud, con la specialità della casa: il colpo di testa. Il Milan allora si lancia alla ricerca del pareggio e pare poterci arrivare, ma un altro episodio gli taglia le gambe: su sviluppi di calcio d'angolo Berardi anticipa tutti sul primo palo e, dopo due passaggi vincenti, trova anche la rete con un colpo di testa per il 3-1 con cui si va all'intervallo.

Cambia la frazione di gioco, ma non il copione della partita, nonostante l'ingresso in campo di Leao. Il Milan non c'è e a inizio ripresa il Sassuolo cala pure il poker grazie a Laurienté, che salta Calabria, guadagna un calcio di rigore e lo trasforma (su concessione di Berardi) con grande freddezza. Che per i rossoneri sia una giornataccia se ne accorgono tutti quando gli viene annullato il secondo gol, stavolta a firma di Rebic, ancora per un fuorigioco millimetrico.

Il Milan non s'accende, la scintilla di cui parlava di Pioli rimane spenta. E così il finale è buono solo per lo spettacolo. Il Sassuolo dilaga, ancora con Berardi a vestire i panni dell'assist-man: terzo passaggio vincente di giornata, stavolta per Matheus Henrique che fa 5-1. Non è l'ultimo gol di giornata, anche Origi decide di iscriversi al tabellino con un bellissimo tiro a giro da fuori che tocca la traversa e s'insacca. Sipario.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
manitamilanpiolisan sirosassuolo




in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.