A- A+
Sport
vucinic matri

Malaga ed Everton per Ale Matri (che però vorrebbe restare in Italia: se solo chiamasse il Milan dopo ferragosto...), le offerte anglo-spagnole a Fabio Quagliarella (lo stesso Everton, ma anche il Valencia) e le sirene russe su Vucinic (ma Cardozo alla Zenith allontana Mirko da San Pietroburgo, mentre resta aperta la pista Napoli nello scambio con Zuniga): resta il fatto che vendere non è facile per Beppe Marotta (soprattutto se i suoi attaccanti non gradiscono certe mete), ma la Juve vorrebbe lascir partire due punte in rosa (più difficile Seba Giovinco per l'alta valutazione d'acquisto dell'anno scorso). Il tutto mentre l'offerta per il 23enne Victor Ibarbo sarebbe di 7 milioni di euro, più il cartellino del centrocampista Fausto Rossi (ma il Cagliari ne chiede 15 e comunque il colombiano arriva se si sfoltisce la rosa). Il 20enne ghanese Yidom Richmond Boakye invece dovrebbe andare in prestito (magari ritorno al Sassuolo) piuttosto che fare la quinta punta in rosa.

MAROTTA, DUE ATTACCANTI ANDRANNO VIA - Parola d'ordine: cedere. La Juventus, dopo i colpi della prima fase di mercato (Llorente, Tevez, Ogbonna), adesso deve sfoltire il gruppo, specialmente in attacco, con Matri e Quagliarella principali indiziati ad andar via. "Non faccio nomi, ma abbiamo sei attaccanti e dobbiamo rimanere con quattro - avvisa il direttore generale bianconero, Beppe Marotta, ai microfoni di Sky Sport -. Abbiamo giocato d'anticipo nel nostro mercato, adesso siamo in fase di smaltimento dei giocatori in esubero". E ancora: "Ziegler al Torino? Puo' darsi", conclude.

DEL PIERO "HO DATO TUTTO ALLA JUVE" - "E' fantastico allenarmi in Italia e stare qui in un posto che conosco bene e che ha fatto tanto per ospitare me e il Sydney quest'estate". Lo ha detto Alesandro Del Piero, ai microfoni di Sky, al termine degli allenamenti odierni con il suo Sydney a Jesolo. "Un'ora di autografi? Fa parte del compito di un professionista e di un calciatore. C'erano 1.500 persone, giunte qui anche da lontano. Dedicare a loro parte del mio tempo mi sembra molto opportuno. E' importante per me poter 'dare' ed anche poter vivere questi momenti", ha aggiunto l'ex capitano della Juventus.

"E' molto bello essere circondati ancora da tanto affetto. Anche per miei compagni questa di Jesolo e' una bella esperienza. Per alcuni di loro e' addirittura unica: siamo tutti felici", ha puntualizzato Del Piero, attorniato da tanti tifosi, molti dei quali bardati di bianconero. "Ho dato tutto per la Juventus: diciannove anni non si scordano facilmente. Li ricordo con piacere: il mio pensiero va spesso al mondo bianconero. La sconfitta col Galaxy? Non e' facile, per la Juve, in questo periodo, affrontare la fatica per gli allenamenti pre stagione, i lunghi viaggi e avversari piu' motivati, che giocano peraltro in casa: un passo falso ci puo' stare, non e' il caso di drammatizzare", ha affermato Del Piero. "La Juventus e' una squadra ultra avviata. In difesa e a centrocampo ci sono sempre giocatori di grande livello. In attacco sono arrivati due grossi nomi, vedremo come si inseriranno nei meccanismi oleati. Il campionato? La Juventus parte favorita, sia perche' ha vinto la scorsa stagione che per aver cambiato poco. Il Milan rimane una certezza. Poi vedo sempre piu' competitive Fiorentina, Napoli e Roma. Ma, ripeto, la Juventus e' la grande favorita", ha detto Alex Del Piero

TEVEZ "STANCHEZZA NORMALE, ORA SUPERCOPPA" - "Sto lavorando molto intensamente ed e' normale essere un po' stanchi. E' dai tempi del Boca Juniors che non mi allenavo cosi' tanto. L'obiettivo e' arrivare pronti alla Supercoppa, il 18 agosto, e partite come quella contro il Galaxy sono utili per prepararsi al meglio". Cosi' Carlos Tevez parlando con i giornalisti dopo la sconfitta della Juventus contro i Los Angeles Galaxy nella Guinness Cup. "Conte insiste molto anche sulla tattica ed e' davvero preparato - sottolinea l'attaccante argentino -. Io cerco di lavorare con attenzione sugli schemi e di applicare in campo quanto chiede Conte". Proprio Conte, qualche giorno fa, aveva parlato in termini lusinghieri di Tevez, dicendosi stupito di come il ritratto del giocatore fatto da alcuni organi di stampa, non avesse nulla a che vedere con la realta': "Sono una persona buona - conclude Carlitos come si legge sul sito bianconero - e credo che alla lunga il tempo dica la verita' su come e' fatta una persona".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
juvematrivucinicquagliarellacalciomercato
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.