A- A+
Sport

 

Mourinho

"Jose' signs, Mourinho is Blues boss". "The Sun" non ha dubbi e ufficializza, in attesa che lo faccia il club, la notizia del ritorno dello "Special one" al Chelsea. Secondo il tabloid britannico la firma e' arrivata martedi' notte: Mourinho si sarebbe legato ai londinesi per i prossimi 4 anni con un ingaggio complessivo di 40 milioni di sterline (circa 46,7 milioni di euro). "E' ufficiale, Jose' e' di nuovo un uomo del Chelsea! Il club, i giocatori, i tifosi, tutti sono felici per il suo ritorno", afferma una fonte vicina al club interpellata dal "Sun". La presentazione dovrebbe svolgersi la prossima settimana, quando Mourinho si liberera' dagli ultimi impegni con il Real Madrid. Il portoghese ha gia' allenato il Chelsea dal 2004 al 2007 vincendo sei trofei.

REAL "NESSUNA OFFERTA PER ANCELOTTI, RONALDO INCEDIBILE". FRECCIATA A MOU SU CASILLAS E SU NEYMAR-BARCELLONA... - "Ancelotti non puo' dire di avere ricevuto un'offerta dal Real Madrid perche' non e' cosi'". Il presidente dei "blancos", Florentino Perez, in un'intervista a "Cadena Cope" parla del futuro allenatore del club e di tanto altro, dall'incedibilita' di Cristiano Ronaldo all'addio di Mourinho, ma particolarmente importanti sono le dichiarazioni rilasciate su Ancelotti. "Volevo prendere Carlo nel 2005 e poi nel 2009 - prosegue Perez -, ora ci hanno detto che il suo contratto con il Psg scadeva quest'anno e invece non e' cosi'. Ci sono altri allenatori oltre ad Ancelotti". "Ricordo che anni fa, quando allenava il Milan, mi diede un bacio negli spogliatoi e dopo di lui i suoi giocatori. Se cerchiamo un tecnico come Ferguson? Con tutto l'affetto che ho per lui, ricordo che ha vinto solo due Champions League in 26 anni". Parole nette, bisogna anche tenere conto che bisogna sbrogliare la matassa con il Paris Saint Germain prima di poter esprimere le proprie preferenze.

Da Ancelotti a Cristiano Ronaldo: Perez non se ne privera' mai. "Non lo venderei neanche per 1.000 milioni, non siamo una societa' che vende i campioni e mi piacerebbe se chiudesse qui la carriera, e' il migliore del mondo, ha ancora due anni di contratto ma lavoro per rinnovarglielo, voglio che sia il leader e l'emblema del club. E' un vincente, vuole vincere tutto e tanti Palloni d'Oro e il Real e' il posto giusto per lui. Quando mi ha detto che era triste gli ho risposto che avrei fatto di tutto per renderlo felice, vogliamo che resti qui ancora per tanti anni". Non restera' invece Mourinho che ha chiuso la sua avventura al Real e tornera' al Chelsea. "Gli do un voto alto, va via un po' deluso per i risultati ma con il passar del tempo ci renderemo conto che il suo lavoro e' stato molto positivo, lui vive tutto con tanta passione ed e' molto esigente e capita che succedano certe cose".

"Succedono ovunque - ricorda Perez -, ma al Real hanno maggiore rilevanza rispetto a quanto accade al Barcellona o in altri club. Qui c'e' una pressione permanente, ma secondo me e' positivo perche' aiuta a migliorare. Il mio compito, comunque, e' risolvere i problemi. Non credo che l'immagine del Real possa essere danneggiata da Mourinho. Certe critiche nei suoi confronti non sono state normali, non si deve confondere il professionista con la persona e anche io sono rimasto scioccato da certe cose. Nelle prime partite della Liga abbiamo perso 8 punti che non dovevamo perdere, il tecnico ha chiesto di piu' ai suoi giocatori e questo ha aumentato le tensioni. Ha avuto il merito di stare tre anni nel club con piu' pressioni al mondo, lasciarsi era la cosa migliore per noi e per lui". Mourinho ha probabilmente sbagliato a gestire il caso Casillas. "Iker ha avuto un comportamento esemplare", taglia corto il presidente che poi ribadisce che Zidane "guidera' il nuovo progetto sportivo, e' un madridista e ha una gran voglia di lavorare nel club". Zizou ormai da tempo spinge per l'ingaggio di Bale. "Se c'e' un grande giocatore che si puo' comprare allora questo andra' al Real - e' la premessa di Perez -. Bale e' nato per giocare nel Madrid. Suarez? Un grande che tutti vorrebbero avere, ma ce ne sono anche altri. Lewandowski? Ci ha fatto 4 gol, ma noi abbiamo due dei migliori attaccanti del mondo. Neymar? Non mi e' dispiaciuto che abbia firmato per il Barcellona".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mourinhochelseamou
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.