A- A+
Sport
sergio parisse 1

La Commissione d'Appello della Federazione rugby francese ha ridotto da 30 a 20 giorni la squalifica di Sergio Parisse, rimediata dalla terza linea dello Stade Francais per gli insulti rivolti nel match di Top 14 contro l'Union Bordeaux-Begles. Il capitano azzurro, che e' in raduno con l'Italrugby di Brunel come 'invitato', potra' dunque scendere in campo gia' domenica nell'incontro di Twickenham contro l'Inghilterra, valido per il penultimo turno del Sei Nazioni 2013.

Parisse era stato espulso al 36' tra il suo Stade Français e il Bordeaux-Begles valido per il top14. L'arbitro Laurent Cardona aveva spiegato che il giocatore lo aveva insultato in inglese. Cosa che il capitano azzurro ha sempre negato con fermezza. In prima istanza la lega nazionale rugby aveva squalificato il giocatore per 30 giorni, più 10 con la condizionale, facendogli saltare il 23 febbraio la partita con il Galles all'Olimpico. Parisse ha presentato appello, parzialmente accolto modificando il motivo della sanzione in "mancanza ai doveri di capitano". Gli sono quindi stati inflitti 20 giorni, che scadono sabato, più dei lavori "di interesse generale" da effettuare entro l'anno. Per un'analoga squalifica, Sebastien l'Orco Chabal, era stato condannato a spiegare etica e valori dello sport agli alunni di alcune scuole francesi.

Tags:
parisseitalrugbysei nazioni
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.