A- A+
Sport
trapattoni

"Sono tutte dicerie, senza fondamento". Cosi', con poche parole, Giovanni Trapattoni, ai microfoni di Radio Crc, smentisce le indiscrezioni che lo vedono alla panchina della Lazio (dove Petkovic è in discussione dopo un inizio di campionato non esaltante della sua squadra).

Patron Claudio Lotito chiede un’inversione di rotta, ma darà un giudizio definitivo sul tecnico bosniaco col rientro dei tanti indisponibili che avverrà a cavallo della sosta per le nazionali (dopo il prossimo turno): a parte Biava. Petkovic avrà più o meno tutti ai suoi ordini (Lulic e Dias in primis; ma anche Konko e Radu, passando per Biglia, mentre Hernanes è pronto) e dovrà far ripartire la Lazio.

Intanto tornando al Trap,  l'avventura dell'ormai ex ct con la nazionale irlandese si e' chiusa da poco ma la sua voglia di calcio e' ancora tanta. Sul suo futuro, pero', ancora nessuna certezza. "C'e' gia' qualche abboccamento, provero' a scegliere la soluzione giusta". Il Trap, che ormai da anni ha scelto l'estero, non dimentica l'Italia, "un meraviglioso Paese in cui ho avuto successi e soddisfazioni".

Il tecnico di Cusano parla anche di Mario Balotelli. "Certi giovani non hanno ancora capito quanto siano importanti per le proprie squadre e non mi riferisco solo a Balotelli, ma anche a Cassano. A volte tali giocatori possono compromettere i risultati delle squadre eppure sono dei potenziali enormi, capitali tecnici enormi. Sono rigido sul piano comportamentale - continua il Trap - ma e' importante che ci siano certi equilibri all'interno delle societa' e credo si possa sopperire anche a certe marachelle. A volte la critica prende di mira alcuni talenti che non sono consapevoli della loro forza e il riflesso che hanno sulla popolarita'".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
trapattonilazio
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari

16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.