A- A+
Affari...di intimità
Conversazione sull'amore

E' possibile una definizione dell’amore? Desiderio di felicità o definizioni negative, come la coppia che non può più sopportarsi, possono essere banali proposizioni. L’amore non è l’amicizia, non è la passione, non è desiderio, ci sono amori criminali, ci sono amori infiniti e separazioni flessibili. Molti non sanno riconoscere l’amore. L’amore potrebbe essere definito come una proporzione variabile della tendenza amicale, della tendenza desiderante e della tendenza passionale.

L’amore è una situazione dinamica che scrive una storia. Non c’è storia d’amore che non si poggi su una relazione e su una evento che arriva dal desiderio a qualcosa altro. L’innesco del desiderio è il punto iniziale di una possibile storia. Se si attiva il desiderio, solo in questo caso, si può parlare di inizio di un amore. Ogni giorno l’amore incontra una sfida e si trasforma. E’ una storia di un desiderio che diviene qualcosa nell’amore e, l’amore stesso, spesso  porta con sé  una storia che ha incontrato il suo contrario. L’amore  non può essere guardato senza ostacoli, talvolta è un gruppo di eventi, spesso in contraddizione tra loro. L’emozione amorosa si trasforma in desiderio sessuale, ma è anche possibile che questo non accada. Non c’è amore senza desiderio e il desiderio sessuale stesso può portare all’amore. L’amore parte dal colpo di fulmine  o all’amicizia e potrà  tornare attraverso il sesso all’amore stesso. Tutti gli itinerari sono possibili, l’amore è un fenomeno variabile e circolare. E’ un evento che arriva tramite il desiderio al soggetto, alla persona che ha occasione di scoprire nell’esperienza amorosa se stesso. Il grande significato metafisico dell’amore è che  allontana dalla psicologia, quando si realizza, apre e risolve gli enigmi più profondi. Bisogna riportare l’amore a termini metafisici, all’unità sostanziale di anima e di corpo, in un’esperienza di unione in cui si parla di un corpo incarnato al cospetto dell’altro. L’esperienza dell’amore porta all’esclusività del desiderio dell’altro, come  capacità creatrice ed emanazione della propria interiorità nella relazione amorosa. E’ l’unica esperienza che fa riconoscere l’esclusività dell’altro e di se stessi; l’amore è una grande sovversione della regola logica, è un’esperienza intima dell’unione con l’altro in cui non ci si può comparare a null’altro. Quindi, l’amore sovverte la psicologia, la logica e la filosofia.

Il desiderio è una condizione asimmetrica che ha qualcosa di tirannico, che identifica l’altro in “ diverso da sé”. Il dramma dell’amore è nell’ammissione dell’alterità, l’indice di esistenza dell’amore è  nella capacità di desiderare un’entità diversa, come  volontà di soddisfazione del possesso dell’altro e non averne paura! La tragicità e comicità dell’amore, per gli eventi paradossali a cui ci si espone, sono una sorta di fatale riconoscimento della separazione originaria che, con l’erotismo, scandisce la possibilità di una fusione transitoria di due entità separate. Il carattere complementare del rapporto con l’altro spiega la necessità del desiderio dell’altro per realizzare l’amore. L’amore non è necessariamente reciproco, scandisce spesso un percorso di vita che va su un binario unico.

Nell’amicizia,  nella gioia nella compagnia dell’altro,nella presenza di una persona stabile, si rispetta l’etica della relazione. L’amore non può essere sempre fedele, l’amore è viceversa a rischio per il sentimento mistico dell’unione dei corpi. L’amore fusionale non è auspicabile perché non conserva  l’identità all’altro, pertanto rende simili. Ci sono  le tre dimensioni della storia d’amore da ricordare sempre: la passione, il sentimento e la relazione stessa.

Il tempo gioca un significato fondamentale nell’amore.  Come una sorta di requisizione dei due, nell’amore  la fedeltà dice: “ti amo”, come una promessa ed un inganno allo stesso tempo; perchè l’amore stesso è una possibilità. L’effetto di dire” per sempre” è  ancora dichiarativo, è un presente nell’eternità, questo non dovrebbe essere possibile nell’amore,  perché la logica del desiderio è contraddittoria.  Quando ci si libera dal desiderio si attiva una forma di distacco che misteriosamente può allontanare dall’altro. L’amore esiste come possibilità reale e misteriosa, come dice Bataille: amore miracoloso; può durare nel tempo e creare un ritorno a se stesso. Ho voluto descrivere l’amore come un percorso circolare, come una possibilità da inseguire, vi ho dunque lasciato molte speranze di amore! Tuttavia l’illusione fondamentale è che ci sia “in eterno”, l’amore  parla all’amore dell’amore, come una formula di incontro con se stesso. Parlare allo specchio dell’amore e predisporsi all’evento dell’amore, come  un evento di desiderio è il requisito fondamentale per produrre l’amore. Si può vivere in favore  dell’amore, è giusto crearne le condizioni, dunque una condizione predisponente è possibile.

Parlare della positività dell’amore, né in termini sentimentali, né psicologici, né filosofici, significa parlare della libido e del desiderio. Il riduzionismo della filosofia con una visione etica dell’amore, come riconoscenza alla presenza dell'altro, svela uno dei  molteplici significati dell’amore. L’amore è una dimensione supplementare rispetto alle definizioni, con una contraddizione  che lo rende unico, inqualificabile. Né etico, né relazionale, né reciproco, semplicemente non rispetta regole. “Volere il bene” è un significato più vicino all’amicizia, intesa come considerazione dell’altro. La componente morale è presente nelle amicizie, con tonalità di interazione amorosa, e rappresenta piuttosto una delle possibilità celate di neutralizzare la paura dell’amore. La componente amicale della relazione amorosa nel matrimonio, come anche in molte coppie ricostituite, è funzionale a dare sicurezza sociale e dona all’amore la possibilità di conoscere la parte abitudinaria dell’altro, esattamente quella che genera affettività, complementarietà e quotidianità. Dopo questa conversazione, qualche coppia potrà rivedere la propria relazione amorosa o allontanarsi da un semplice legame di appoggio.

L’enigma dell’amore traccia l’esistenza umana tra le luci e le ombre di sentieri, viceversa, inaccessibili alla persona.

Maria Paola Simeone
Maria Paola Simeone ginecologa, sessuologa, ha creato una proposta di modello sperimentale del Servizio di sessuologia per la prevenzione della violenza in Europa, per accompagnare le donne nei riti di passaggio della vita dall’adolescenza alla menopausa. Lavora nella Asl a Bari; si occupa di: adolescenza, menopausa, problemi di coppia, di identità di genere, di dolore pelvico.  Nelle scuole ha attivato corsi sull’affettività, sulla sessualità, per la consapevolezza nella comunicazione virtuale e per la diagnosi precoce dell'endometriosi. E’ membro della FISS (Federazione di sessuologia), dell'EFS (Società Europea di Sessuologia) e dell'ESSM (Società di Sexual Medicine). Partecipa ai convegni internazionali e alla ricerca in ginecologia e sessuologia. Autrice del libro ”l‘intimità perduta, oltre la sessualità alla ricerca dell'eros" Europa edizioni 2014

Commenti

    Tags:
    amoredesiderio

    in vetrina
    Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

    Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

    i più visti
    in evidenza
    Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

    Culture

    Il fatto della settimana
    Tria e Di Maio visti dall'artista

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

    Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.