A- A+
Imprese e Professioni
Vaccinazioni: in Lombardia raggiunto un buon livello per i vaccini obbligatori

In Lombardia è stata raggiunta la cosiddetta "immunità di gregge" per quasi tutti i 12 vaccini obbligatori. Ma che cos'è l'immunità di gregge?

L'IMMUNITA' DI GREGGE

Dall'inglese "herd immunity", forse meglio definita come "immunità di gruppo" nel caso degli esseri umani, è una forma di protezione indiretta che si verifica quando la vaccinazione di una parte significativa di una popolazione finisce con il fornire una tutela anche agli altri individui non vaccinati.

Chiediamo una spiegazione ancora più chiara al dr. Michele Usuelli, pediatra, consigliere regionale lombardo di +Europa (lista Bonino): "Se una percentuale sufficiente è vaccinata i germi girano talmente poco che anche i non vaccinati sono di fatto coperti. Se troppo genitori sfruttano questa meccanismo, o se si crea un movimento diffuso di opposizione ai vaccini, chi ne paga le conseguenze sono soprattutto i bambini piccoli, non ancora in età da essere vaccinati. Ad esempio tutti quelli sotto i 12 mesi nel caso del morbillo. Più giovane è un bambino che prende una malattia infettiva e più grave è il rischio".

Qual'è allora la posizione di + Europa sui vaccini?

"Una forza liberale come +Europa combatte necessariamente obblighi e sempre favorisce, tramite il conoscere per deliberare, le scelte consapevoli. Libertà però si accompagna a senso di responsabilità, per cui se i tassi di copertura vaccinale scendono sotto i livelli di soglia per garantire l'immunità di gregge, è doveroso porre rimedio a beneficio dei più fragili (come dicevo, ad esempio, i neonati e lattanti che non sono ancora in età per essere vaccinati) con atti di obbligatorietà.
L'ideologizzazione del dibattito politico (non medico) sui vaccini, per calcolo e interesse di movimenti populisti e ministri che dichiarano su materie lontanissime dal loro mandato e competenza, rende molto difficile approfondire con serenità la materia".

MICHELE USUELLI

usuelli

Infatti da medico pediatra, che ha lavorato sette anni della sua vita nei Paesi in via di sviluppo, Michele Usuelli ha vissuto con enorme frustrazione le epidemie di morbillo nei villaggi cambogiani ed africani, che sempre lasciavano sul campo qualche bambino morto.

D'altro canto non esiste un concetto univoco per le vaccinazioni: devono essere valutate una per una in termini di costo-beneficio. "Nei Paesi poveri, e pure in incontri di cooperazione medica a Bruxelles - prosegue il dr. Usuelli - ho visto il modo in cui le company spingono per inserire il loro vaccino nei programmi sanitari dei Paesi poveri, un mondo necessariamente a risorse finite. Alto quindi deve essere, anzi altissimo, il profilo scientifico e la incorruttibilità morale di coloro che nel mondo ed in Italia (AIFA e Ministero della Salute) sono preposti a valutare il singolo vaccino, non solo in termini di sicurezza, ma anche di costo-beneficio, elementi essenziali perchè un vaccino sia inserito in una strategia nazionale, a maggior ragione se obbligatoria".

PRESSIONI SUL GOVERNO

"Gallera faccia pressione sul governo per mantenere l'obbligartorietà" chiede Niccolò Carretta, consigliere dei Lombardi Civici Europeisti, secondo cui bisogna attivarsi per non perdere "uno strumento essenziale al raggiungimento della copertura di gregge". Richieste analoge dal Partito Democratico, con Antonella Forattini che dichiara: "Siamo preoccupati per l'introduzione dell'autocertificazione. Gli stessi dati diffusi da Gallera dicono che la Lombardia recupera terreno ma ancora non raggiunge il cosiddetto effetto gregge per tutti i vaccini. Chiedo all'assessore di confermare l'obbligatorietà evitando il ricorso all'autocertificazione".

Secondo Michele Usuelli il dibattito politico sui vaccini è "ideologizzato per calcolo e interesse di movimenti populisti e ministri che dichiarano su materie lontanissime dal loro mandato e competenza" e conclude "E' difficile approfondire con serenità la materia".
 

Commenti
    Tags:
    immunità di greggevaccinazionivaccini obbligatorimichele usuelli+europaregione lombardia

    in evidenza
    Nadia Toffa: "Il cancro un dono? Mai detto di essere fortunata"

    Culture

    Nadia Toffa: "Il cancro un dono?
    Mai detto di essere fortunata"

    i più visti
    in vetrina
    Royal Family News, Meghan Markle incinta? "Si vede dai capelli". Ecco perché

    Royal Family News, Meghan Markle incinta? "Si vede dai capelli". Ecco perché

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Maserati Ghibli Ribelle, in edizione limitata

    Nuova Maserati Ghibli Ribelle, in edizione limitata

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.