A- A+
L'Italia s'è destRa
Il governo Lega-m5s ha i giorni contati? Troppi segnali sembrano suggerirlo
LaPresse

L'iscrizione di Matteo Salvini nel registro degli indagati per la vicenda Diciotti ha esponenzialmente accelerato le voci di una possibile disgregazione dell'alleanza con il m5s. Dopo l'appoggio di Silvio Berlusconi al Ministro dell'Interno e l'incontro di quest'ultimo con il premier ungherese Orban, i malumori nell'esecutivo si sono esacerbati, specie quelli del Presidente della Camera Roberto Fico (di queste ore la sua durissima esternazione contro Viktor Orban, che ha definito quanto di più lontano da lui e dai suoi valori) e  del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che si sente sempre più un "vaso di coccio" tra i due "vasi di ferro" Salvini e Luigi Di Maio. Tanto che si prevede a stretto giro un intervento del comitato di conciliazione per sedare i contrasti tra grillini e leghisti di governo.

Ma non è solo la nuova posizione giudiziaria o le "frequentazioni estere" di Salvini a creare scontento e patemi d'animo nella maggioranza grillo-leghista. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti alla festa del Fatto Quotidiano ha per esempio prefigurato un imminente scenario catastrofico per il Carroccio, dichiarando: "La sentenza sui fondi della Lega? Se il tribunale del Riesame conferma la condanna, il 6 settembre il partito chiude”. E la "chiusura" del partito avrebbe come diretta e unica possibile conseguenza un piano B, ovvero la fondazione di un nuovo partito da parte di Matteo Salvini, partito che gli osservatori politici definiscono un nuovo contenitore unico di Centrodestra (con tutto ciò che esso comporterebbe per l'alleanza con Forza Italia e Fratelli d'Italia e l'accordo di governo con il m5s).

Poi c'è la faccenda dello spread che sta salendo alle stelle, dei rapporti tesissimi con l'Europa e le accese divergenze fra Luigi di Maio e il Ministro dell'Economia Giovanni Tria sulle coperture economiche per le manovre volute dal Ministro del Lavoro grillino, senza contare la questione del taglio alle pensioni che vede la Lega assolutamente contraria al progetto del Movimento. Nodi spinosi riguardo ai quali le posizioni del Carroccio e dei grillini sono spesso agli antipodi. 

Poi c'è la questione dei sondaggi che, inequivocabili, vogliono la Lega fagocitare progressivamente l'elettorato pentastellato con il conseguente malcontento di parte della base del m5s che vede con sgomento i princìpi di quest'ultimo appiattirsi sempre più sulla linea leghista. 

Altri retroscena vogliono Salvini smanioso di tornare alle urne per monetizzare la crescita dei consensi, e al tempo stesso i grillini spaventati di elezioni anticipate e quindi pronti a recuperare il rapporto con il Pd mirando a un ribaltone di governo con quest'ultimo a detrimento della Lega.

E, più realisticamente, il crudele settembre è ormai arrivato e con esso l'avvicinarsi degli scogli più pericolosi, ovvero le scadenze finanziarie istituzionali che sono da sempre lo spauracchio di ogni compagine governativa, anche la più affiatata, figuriamoci di una bicefala e anomala come quello giallo-verde

Se tutto ciò non bastasse, lo stesso Marco Travaglio qualche giorno fa è parso prefigurare un game over a breve per la maggioranza e molti si sono chiesti se, vista la vicinanza del direttore del Fatto Quotidiano con il m5s, la sua non fosse tanto una previsione quanto in realtà la fosca anticipazione di eventi futuri dall'esito già scontato. 

In tutto questo, lo scenario più probabile di tutti è che il governo durerà fin quando alle due parti in causa converrà tenerlo in piedi, ovvero fin quando una delle due non finirà per soggiogare totalmente l'altra. Cosa che, del resto, sta già decisamente avvenendo. 

Commenti
    Tags:
    governo lega m5sspreadluigi di maiomatteo salvini roberto ficogiancarlo giorgettimarco travaglioconti della legadiciottisalvini indagatopdmatteo renziluigi patronaggiomatteo salvini

    in evidenza
    Carlotta Maggiorana è Miss Italia Dal film con Brad Pitt alla corona

    Spettacoli

    Carlotta Maggiorana è Miss Italia
    Dal film con Brad Pitt alla corona

    i più visti
    in vetrina
    Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

    Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Salone di Hannover sbarca il pick-up RAM

    Al Salone di Hannover sbarca il pick-up RAM

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.