A- A+
Lampi del pensiero
Le banche vogliono spingere l'Italia nell'abisso e Repubblica sposa la linea

Così senza perifrasi e senza nemmeno l'ombra di una possibile problematizzazione critica, scrive il rotocalco turbomondialista "La Repubblica": "Allarme banche: Italia partecipi di più a Unione Europea, da nazionalismo rischio Argentina". Come se tutto ciò fosse normale. Come se fosse fisiologico e naturale il fatto che le banche dettino l'agenda alla politica, decretando cosa lo Stato deve o non deve fare. Le banche spingono per rendere l'Italia ancora più euroinomane, ancora più vincolata alla presa mortifera del sistema euro. Insomma, spingono per farci precipitare nell'abisso.

LA REPLICA DELL'ABI

Gentile Direttore, in relazione al pezzo odierno di Diego Fusaro “Le banche vogliono spingere l’Italia nell’abisso e Repubblica sposa la linea” chiediamo cortese richiesta di replica.

Il Presidente Patuelli nella sua relazione all’Assemblea annuale dell’ABI, svoltasi ieri, ha proposto un concetto che in questi anni ha più volte espresso con forza, sia in precedenti relazioni - a partire dalla sua prima relazione annuale del 2013 - sia nel suo volume “Nuova Europa o Neonazionalismo” pubblicato nel 2015 (editore Rubettino). Una maggiore partecipazione dell’Italia alle decisioni dell’Unione Europea, anche con un portafoglio economico nella prossima Commissione Europea, permetterebbe di evitare di scivolare verso neonazionalismi o verso peronismi sudamericani, creando le condizioni per una adeguata gestione dell’elevatissimo debito pubblico italiano, a tutela prima di tutto di lavoratori e risparmiatori.

Tale concetto è stato, tra l’altro, affermato nella stessa giornata di ieri, sempre in occasione dell’Assemblea dell’ABI, dal Ministro dell’Economia e delle Finanza, Giovanni Tria: “Voglio anche sottolineare che i nostri obiettivi di consolidamento della finanza pubblica non derivano principalmente dagli impegni europei, pur importanti e che l’Italia ha sottoscritto e quindi si è impegnata a rispettare, ma dalla necessità che abbiamo di mantenere e rafforzare la fiducia degli investitori internazionali, e direi anche nazionali, nei confronti dell’economia italiana e della nostra stabilità finanziaria. Le vicende ultime che hanno riguardato le oscillazioni dello spread lo dimostrano.”

Ringraziando dell’attenzione, si porgono distinti saluti.

Gianfranco Torriero

Vice Direttore Generale ABI

 

LA RISPOSTA DI DIEGO FUSARO

Il Presidente Patuelli dell'Assocazione bancaria italiana, nella sua relazione annuale svoltasi l'altro ieri, ha meglio chiarito la posizione degli enti bancari italiani: una maggiore partecipazione dell’Italia alle decisioni dell’Unione Europea. Non dunque un'Italia in ginocchio dinanzi ai potentati dell'Unione Europea. Se l'idea è quella di un maggior rilievo dell'Italia e di politiche in difesa del popolo e del mondo del lavoro, ben venga. Splendido nella teoria, pare tuttavia arduo nella pratica. Le tendenze in atto paiono decisamente altre. Ad ogni modo, lo scopriremo solo vivendo.

 

 

Diego Fusaro (Torino 1983) insegna storia della filosofia presso lo IASSP di Milano (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) ed è fondatore dell'associazione Interesse Nazionale (www.interessenazionale.net). Tra i suoi libri più fortunati, "Bentornato Marx!" (Bompiani 2009), "Il futuro è nostro" (Bompiani 2009), "Pensare altrimenti" (Einaudi 2017).

IMG 20180131 WA0000

Tags:
bancheitaliarepubblica

in evidenza
Affari entra nei camerini di Striscia Dalla Hunziker alle veline. Le foto

Spettacoli

Affari entra nei camerini di Striscia
Dalla Hunziker alle veline. Le foto

i più visti
in vetrina
Emporio Armani, parata di vip. Federica Pellegrini sensuale in minigonna. FOTO

Emporio Armani, parata di vip. Federica Pellegrini sensuale in minigonna. FOTO

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.