A- A+
Questioni internazionali
Usa e Russia isolano la Turchia

Turchia sempre più isolata sul piano internazionale. La Russia stringe un accordo con i curdo-siriani del Ypg e fa “amareggiare” il presidente turco Erdogan. Gli Usa collaborano con le forze curde da tempo.

La Russia fa un accordo con i curdi in Siria (Ypg) e mette a rischio il matrimonio di convenienza costituito  tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

L’accordo tra russi e milizie curdo-siriane delle Unità di Difesa del Popolo (Ypg) prevede il supporto russo alle milizie curde. Anche Washington, da alcuni anni, ha un accordo con i curdi della regione aiutandoli nella guerriglia e lotta armata.

Gli accordi di Russia e Usa con i curdo-siriani del Ypg è un passo verso l’isolamento internazionale della Turchia di Erdogan.

Ankara puntava a impedire la costituzione di una regione a autonomia curda nel nord della Siria. Il presidente Erdogan e la nomenclatura di potere che lo circonda temono che nella Siria settentrionale avvenga ciò che è successo nell’Iraq del nord: la nascita di un’entità autonoma curda. Per questa ragione il disegno strategico turco è consistito nel costruire una zona cuscinetto nella Siria del nord con l’intento di prevenire la formazione di una zona curda che, poi, avrebbe potuto unirsi a quella irachena e dare vita a un grande Stato curdo.

Ora, Erdogan rischia di rimanere tagliato fuori dai grandi giochi internazionali. A parte la questione curda, la Turchia ne giro di poco tempo è riuscita nell’impresa straordinaria di bruciare i rapporti con Unione Europea e Stati Uniti. Allo stesso tempo vede in pericolo la sua relazione con la Russia, relazione che aveva faticosamente ricostruito dopo la tensione relativa all’abbattimento del jet russo da parte dell’aviazione turca in Siria.

Verso l’Unione Europea, la Turchia è consapevole che la strada per l’adesione è sempre più in salita. E non solo per la posizione presa da Parlamento Europeo di recente. Lo è soprattutto per le tensioni innescate con Olanda e Germania a seguito del divieto delle manifestazioni pro-referendum turco che Erdogan ha provato a organizzare in tutta Europa. Un referendum che, se passa, aumenterà notevolmente i poteri del presidente.

Con gli Stati Uniti, invece, la relazione politica è in crisi da tempo. Almeno dal fallito golpe dello scorso 15 luglio quando il presidente turco Erdogan accusò il leader dell’opposizione turca in esilio negli Usa. Le autorità turche chiesero l’estradizione, che però l’allora presidente Barack Obama rifiutò.

Se anche l’appoggio russo viene meno, allora per la Turchia sono guai e Ankara si ritroverebbe sul ciglio dell’isolamento. Erdogan ha potuto mantenere un atteggiamento da “duro” con Unione Europea e Stati Uniti perché sapeva di avere le spalle coperte a est. E, infatti, la Turchia non ha fatto mistero di spostare il suo baricentro a oriente. Se però anche la ospolitik turca non trova supporto, Erdogan e il governo di Ankara saranno destinati inevitabilmente all’isolamento. D’altronde, chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Commenti

    Tags:
    stati unitirussiaturchia

    in vetrina
    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    i più visti
    in evidenza
    Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

    Chiesa

    Nuovo testo per il "Padre Nostro"
    Cambia il passo sulla tentazione

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

    Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.