A- A+
Io Uomo tu Robot
Centauro, il robot che interviene nelle situazioni di emergenza

Un sistema simbiotico uomo-robot a forma di Centauro

In scenari di calamità naturali come l’incidente nucleare a Fukushima, causato da un terremoto di magnitudo 9.0 con conseguente tsunami, si utilizzò un robot per ispezionare il reattore, ma a causa dell’elevata radioattività il suo intervento durò solo tre ore.

Una situazione di emergenza che mostrò tutti i limiti che un robot ha quando deve operare in condizioni estreme.

La Commissione Europea ha finanziato, nell’ambito di Horizon 2020, il progetto Centauro, un robot comandato a distanza specializzato nell’operare in casi di emergenze e di disastri naturali con l’obiettivo di superare le capacità limitate degli attuali robot.  

Il progetto è coordinato dall'Università di Bonn e la progettazione e costruzione sono avvenute interamente in Italia all’ Istituto Italiano di Tecnologia grazie al lavoro del gruppo di ricerca Humanoid and Human Centered Mechatronics Lab diretto da Nikos Tsagarakis, già autore del robot umanoide WALK-Il, e la collaborazione con l’Università Sant’Anna di Pisa che ha sviluppato la stazione remota di telepresenza. Tra gli altri partner europei il Royal Institute of Technology e la Linköping University svedesi e la RWTH Aachen University, ProgenoX GmbH, Kerntechnische Hilfsdienst GmbH tedeschi.

Centauro rappresenta la quinta generazione di robot realizzati dall’IIT ed utilizza Tecnologie innovative che di fatto rappresentano lo stato dell’arte della robotica. E’ stato presentato recentemente al Festival dello Spazio di Busalla.

Un robot robusto e agile   

Centauro è   l’ultimo esempio di robot comandato a distanza specializzato nell’operare in ambienti ostili per interventi di emergenza, in zone contaminate ad alto rischio per l’uomo e nel caso di disastri naturali.

È un robot ispirato alla creatura della mitologia greca, metà uomo metà cavallo, è alto un metro e mezzo ed è stato realizzato con materiali leggeri e cedevoli. I suoi arti sono realizzati in plastica e stampati in 3D con leghe di alluminio, titanio e magnesio. La sua struttura   utilizza una base a quattro zampe che gli conferiscono una efficace stabilità e una parte superiore antropomorfa. Ha due braccia umanoidi leggere (10,5 Kg) in grado di trasportare con ciascun braccio pesi di 11 Kg che gli conferiscono una grande forza per operare in situazioni estreme. È munito di ruote multidirezionali realizzate in alluminio e materiale elastico di natura gommosa che gli permettono un’efficace aderenza nei suoi spostamenti anche in terreni accidentati. Può assumere diverse posizioni: da quella del quadrupede alla più articolata disposizione a ragno che gli consente di compiere con destrezza differenti compiti manuali.

La sua testa è la sede di un sofisticato sistema di percezione con sensori di profondità (RGBD) e di videocamere ed è dotato sul retro di uno scanner laser Lidar, indispensabile per conoscere la sua posizione. Dotazioni che gli consentono una visione tridimensionale e indispensabili per percepire adeguatamente l’ambiente. Possiede una sua autonomia operativa di 2,5 ore e l’alimentazione è garantita da una batteria a ioni di litio ricaricabile di 1.6 KWh.

Centauro è un robot dotato di flessibilità e le sue dimensioni e la meccanica dei movimenti sono state progettate affinché sia in grado agevolmente di muoversi negli edifici, passare attraverso porte e corridoi stretti o ingombri di detriti, salire e scendere i gradini delle scale di costruzioni anche parzialmente crollate. Può trasportare oggetti pesanti ed essere in grado di liberare il passaggio da ostacoli.

  “È in grado di svolgere attività di manipolazione anche molto complesse, come aprire o chiudere una valvola o utilizzare un trapano” spiega Antonio Frisoli, docente di robotica all’Istituto TeCIP-Istituto di Tecnologie della Comunicazione dell'Informazione e della Percezione della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, responsabile scientifico del progetto Centauro (Fonte: ResearchItaly).

Luca Muratore, scienziato del gruppo di ricerca Humanoid and Human Centered Mechatronics Lab dell’Istituto Italiano di Tecnologia spiega “Per ora si tratta di un prototipo ma ci auguriamo che, nel giro di pochi anni, possa essere di supporto a Protezione Civile e Vigili del Fuoco in operazioni rischiose e di recupero”.

L’Università Sant’Anna di Pisa è responsabile della realizzazione della stazione remota di telepresenza che permette di manovrare il robot a distanza e che consente all’operatore di percepire tutte le sensazioni tattili provate dal robot nello scenario di azione.

Il sistema di controllo

Il robot Centauro è comandato da una postazione remota di telepresenza dove un operatore indossa sulle braccia due esoscheletri (robot indossabili) in grado di fornire il ritorno di forza sulle braccia e le sensazioni tattili sulle mani provate dal robot sul campo ed in pratica, come se fosse nello scenario di azione, per comandare direttamente i movimenti del robot che nel sito svolge un compito complesso e pericoloso per l’uomo.

Con tecniche di realtà aumentata un visore consente all’operatore di vedere con precisione e in 3D quello che viene percepito dai sistemi di visione di bordo. 

 “Centauro rappresenta una vera rivoluzione nel campo della robotica sia per la sua resilienza che per la capacità di operare in ambienti non strutturati e, pertanto, non noti” spiega Frisoli.

Punto di forza di Centauro è il sofisticato sistema di controllo che consente un’efficace interazione del robot con l’essere umano, quasi un sistema simbiotico, potendo l’operatore percepire tutta una serie di sensazioni tattili che il robot avverte e attraverso feedback trasmette all’operatore.  

Rispetto alle qualità di  WALK-MAN, l’altro robot umanoide dell’IIT specializzato per le emergenze, un miglioramento della parte meccanica ed elettronica decisamente superiori “A rendere efficiente Centauro, oltre al peso – poco più di 90 chili con batteria a bordo – è la sua stabilità, migliorata dalle posture spider-like e a mammifero che gli consentono di solcare i luoghi più impervi e persino la facciata di un edificio”.

(Fonte foto H2020 Project CENTAURO)

 

Commenti
    Tags:
    robot umanoidiinterazione uomo-robot

    in evidenza
    Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

    Chiesa

    Nuovo testo per il "Padre Nostro"
    Cambia il passo sulla tentazione

    i più visti
    in vetrina
    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.