A- A+
Zoom
Fai lo stalker e usi Whatsapp? Stai molto attento: rischi una pena più pesante

Usare messaggi telefonici su Whatsapp configura un’aggravante informatica dello stalking, quindi dà origine a un aumento della pena. Lo ha appena stabilito la Corte di cassazione (con la sentenza numero 3989, le cui motivazioni sono state depositate lo scorso 28 gennaio), in un caso di “atti persecutori” avvenuto a Verbania.

Nell’aprile 2017 un imputato si era deciso a un patteggiamento in un processo di primo grado per il reato di "atti persecutori" (per l’appunto il cosiddetto stalking, individuato dall’articolo 612 bis del Codice penale sotto questa dizione: “È punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita“).

Il tribunale di Verbania aveva però aggiunto al reato oggetto di patteggiamento un calcolo che aveva opposto l’aggravante “dell’uso informatico” alle circostanze attenuanti generiche , e questo proprio perché l’imputato aveva fatto uso di messaggi spediti attraverso il canale di Whatsapp. Alla fine, il patteggiamento era arrivato così a sei mesi di reclusione.

L’uomo aveva allora fatto ricorso alla Cassazione, contestando al pubblico ministero di avere erroneamente ritenuto come aggravante l'uso dei mezzi informatici: l’imputato sosteneva infatti che “la messaggistica telefonica utilizzata tra due utenti”, per l’appunto Whatsapp, non potesse essere considerata strumento informatico in senso stretto.

La quinta sezione penale della Cassazione ha dato torto all’uomo. Quindi da oggi in poi l’utilizzo di Whatsapp è da considerarsi una sicura aggravante del reato di stalking (o “atti persecutori” secondo il Codice) e per tutte le fattispecie di molestie.

Commenti
    Tags:
    stalkingcondannacassazionepenamolestiesentenzawhatsapp
    Loading...
    in evidenza
    Non solo Wanda Nara e Pupo Clizia e tutti i rumors sul cast

    GRANDE FRATELLO VIP 4

    Non solo Wanda Nara e Pupo
    Clizia e tutti i rumors sul cast

    i più visti
    in vetrina
    ANNA FALCHI, LA SCOLLATURA FA DIMENTICARE LA PIOGGIA. Foto delle vip

    ANNA FALCHI, LA SCOLLATURA FA DIMENTICARE LA PIOGGIA. Foto delle vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    E’ nato Mii: il primo veicolo elettrico di SEAT

    E’ nato Mii: il primo veicolo elettrico di SEAT


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.