A- A+
Zoom
Quattro indagati per il crollo della scala mobile a Roma

A causare il cedimento della scala mobile nella fermata "Repubblica" della metropolitana di Roma, che lo scorso 23 ottore, causò 24 feriti non sarebbero stati i tifosi del Cska di Mosca, ma la manutenzione inadeguata.

Subito dopo l'incidente, si ipotizzò che a provocarlo fossero stati i sostenitori della squadra russa: alcune cronache raccontarono che in molti, forse ubriachi, si fossero messi a saltare sulla struttura.  La Procura di Roma, al contrario, ha appena deciso di indagare tre funzionari dell'Atac, l'azienda municipalizzata dei trasporti, e in particolare ne sono responsabili per la manutenzione e i collaudi.

Un quarto indagato è il legale rappresentante della società che ha vinto l'appalto per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle scale mobili della metropolitana della Capitale.

I reati ipotizzat sono disastro colposo e lesioni colpose. La Procura sta per affidare a un perito l'analisi delle cause meccaniche del cedimento. In base alle prime indagini, avrebbe ceduto di colpo il sistema che fa girare gli scalini di metallo della scala mobile e non sarebbe entrato in funzione il freno di emergenza.

In base ai video analizzati dal sostituto procuratore Francesco Dall'Olio, non è emersa alcuna manifestazione o condotta anomala da parte dei tifosi della squadra russa. Nessuno, questo è stato appurato, si sarebbe messo a saltare a tal punto da danneggiare la scala mobile. È per questo motivo che la Procura si è concentrata sull'ipotesi della scarca manutenzione.

L'Atac, poche ore dopo l'incidente, aveva diffuso un comunicato nel quale era scritto che "sulla scala mobile sono stati effettuati regolarmente gli interventi di manutenzione, le verifiche e le prove dei dispositivi di sicurezza, secondo quanto pervisto dal piano di manutenzione e dalla normativa".

L'indagine prosegue.

Commenti
    Tags:
    indagatiscala mobileromacrollo
    in evidenza
    L'Alta Velocità festeggia 10 anni Ecco lo spot Saatchi&Saatchi

    Costume

    L'Alta Velocità festeggia 10 anni
    Ecco lo spot Saatchi&Saatchi

    i più visti
    in vetrina
    Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

    Milan, sanzione Uefa: multa, rosa limitata e... IBRAHIMOVIC, SI RIAPRE

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Kia presenta la Niro-E 100% elettrica

    Kia presenta la Niro-E 100% elettrica

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.