Cronache

Raggi: Le buche? Per fare le cose regolari ci vuole tempo

 

Roma, (askanews) - "La nostra amministrazione ha un intendimento di fondo: noi dobbiamo fare le cose bene e in modo legittimo. Io sono la prima a soffrire perché ci sono le buche e perché Roma in parte è ancora sporca", lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi parlando alla Associazione Stampa Estera."Noi abbiamo due strade: fare tutto e subito come le amministrazioni precedenti dando una mano di bianco, oppure proviamo a richiudere quelle crepe e poi imbiancare. Sull'asfalto, la procura lo ha confermato, nei vent'anni precedenti l'asfalto si chiudeva con le mazzette. Ieri sono andata a Tor Bella Monaca dove stiamo rifacendo una strada, ci abbiamo messo quasi un anno a fare la gara e abbiamo speso quasi un milione di euro, e i cittadini mi dicevano che quella strada non veniva rifatta da oltre vent'anni. Noi ci siamo messi in animo di dire qui le strade vanno rifatte tutte, e abbiamo oltre ottomila chilometri di strade; ma vanno rifatte bene. Sicuramente le buche saranno colmate per evitare insidie stradali ma quello non è l'azione di lungo periodo. Quello che serve è ricominciare a fare gare per appalti regolari. Abbiamo strade dove secondo i tecnici uno strato di asfalto è stato posato sulla terra, senza strati sottostanti. Ma come sono state fatte le cose negli anni? Io ho ereditato questa città. Non sono disposta a cambiarla usando gli stessi strumenti di quelli che c'erano prima cioé dando una mano di bianco".

Advertisement