In piazza per Ius soli, Boldrini: grave errore se non si approva - Il video su Affaritaliani.it -

Politica

In piazza per Ius soli, Boldrini: grave errore se non si approva

 

Roma, (askanews) - Associazioni, sindacati, insegnanti e studenti: tutti in piazza Montecitorio per chiedere al Parlamento di approvare in questa legislatura lo Ius soli, la legge che dà diritto alla cittadinanza ai minori figli di stranieri regolari che abbiano completato un ciclo di studi nelle scuole italiane. E a favore della quale il senatore Manconi ha promesso un digiuno a staffetta. Musica, balli, laboratori di disegno con il vignettista Vauro. E in tanti sottoscrivono la legge di iniziativa popolare per la cittadinanza promossa dai Radicali.L'appello a varare subito lo Ius soli è raccolto dalla presidente della Camera Laura Boldrini, da tempo impegnata a favore del provvedimento, approvato da Montecitorio ma per ora bloccato in Senato. Ricevendo nel suo studio una delegazione dei manifestanti, Boldrini ha ammonito sul fatto che non approvare la legge per calcoli elettorali sarebbe un grave errore di subalternità politica: "Bisogna fare sul serio, non possiamo deludere ed escludere perchè l'esclusione non porta a nulla di buono nella società".Piuttosto, va spiegato meglio il contenuto del provvedimento: visto che la legge non prevede che chi nasce in Italia diventi italiano: "Questo è il primo grande equivoco su cui bisogna fare chiarezza. Altri equivoci alimentati è che chiunque arriva in Italia diventa italiano o che si fa per fare una grande sanatoria: non è vero. Questa legge vuole includere su chi di fatto è già parte di questo paese: ci sono condizioni, è a tappe, è una legge equilibrata, una sintesi di esigenze e sensbilità diverse".