A- A+
Cronache
Papa/ Gratteri: "In Vaticano lotta di potere, Bergoglio rischia"

Alla vigilia dell'arrivo di Papa Francesco in Calabria, il magistrato Nicola Gratteri, intervenendo a "Trame.4, festival dei libri sulle mafie" in corso a Lamezia Terme, parla dei rischi che corre il pontefice. "Il Papa rischia? Certamente. Il rischio c'e' soprattutto quando in modo sistematico si porta avanti un progetto per deviare il corso di un fiume. Cosi' come rischia il magistrato, non quando arresta cinquanta persone perche' questo e' fisiologico, ma quando in modo sistematico non molla per vent'anni. Ma il Papa, dal mio punto di vista, rischiava soprattutto quando dopo il suo insediamento, nell'arco di una settimana, dieci giorni (considerati i tempi lentissimi della Chiesa) aveva messo in discussione tutto. Una rivoluzione: in Vaticano non era rimasta al suo posto nemmeno una sedia".

Per Gratteri, intervistato dal giornalista Andrea Purgatori, sul libro "Acqua Santissima. La Chiesa e la 'ndrangheta" il pontefice pero' negli ultimi tempi ha ammorbidito i toni: "Questo Papa aveva alzato il tiro cominciando a parlare di IOR, mettendo in discussione la necessita' che lo Stato Vaticano dovesse avere una banca e facesse affari. Ma da cinque, sei mesi, il Papa ha cambiato il suo tiro. Non parla piu' dell'organizzazione interna del Vaticano, ora parla dell'amore: abbracci, carezze e fotografie. Non parla piu' dell'architettura della Chiesa perche' e' un'operazione che si sta rivelando molto piu' rischiosa e difficile rispetto al momento in cui si era insediato. Prima sembrava una cosa facile, sembrava che presto avremmo visto una rivoluzione. Ma si vede che i lavori in corso hanno trovato roccia viva, granito. In Vaticano e' in corso una sfida di potere che nulla ha a che vedere con i poveri, col credo, con la religione o con la carezza agli ultimi. E' un gioco di potere vero, di potere reale.

"Poi c'e' il problema della pedofilia - ha proseguito Gratteri - che non riguarda solo l'Italia ma anche la Germania, il Canada e gli Stati Uniti. Li' sono state fatte operazioni finanziarie per sottrarre capitali della Chiesa che avrebbero potuto essere sequestrati per risarcire le vittime della pedofilia. Questo non e' successo anni fa, ma nel 2014. Uno magari immagina di mandare il proprio figlio al catechismo e invece quel bambino torna a casa dopo aver subito violenze. E dopo che succedono queste cose, le vittime e le famiglie non possono nemmeno ottenere un risarcimento".

Tags:
gratterivaticanobergoglio
in vetrina
Iannone dimentica Belen, Andreea Sasu è la nuova fiamma

Iannone dimentica Belen, Andreea Sasu è la nuova fiamma

i più visti
in evidenza
Kardashian, un abito esplosivo Kim col vestitino che non c'è

LE FOTO DELL'EREDITIERA

Kardashian, un abito esplosivo
Kim col vestitino che non c'è


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Transpotec Logitec 2019,Fiat Professional protagonista

Transpotec Logitec 2019,Fiat Professional protagonista


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.