Azerbaigian, Agi rafforza la partnership con Azertac

Un ponte mediatico tra Italia e Azerbaigian, per sviluppare le relazioni tra i due Paesi sul fronte economico, politico e anche culturale e per costruire insieme il futuro delle agenzie di stampa internazionali nell'era digitale. E' il senso dell'incontro a Baku tra l'amministratore delegato di Agi, Gianni Di Giovanni e il direttore generale dell'agenzia di stampa azera Azertac, Aslan Aslanov che, a margine dei lavori del Forum di Baku apertosi ieri nella capitale azera, hanno voluto rinnovare l'alleanza tra le due testate. "Crediamo fermamente - ha detto Di Giovanni - che le nostre attivita' messe insieme possano al meglio promuovere gli scambi economici, culturali e istituzionali tra l'Italia e l'Azerbaigian.

Aslanov ha sottolineato come le due agenzie nel tempo hanno portato avanti una "cooperazione di successo" e ha anticipato che nel 2016 Baku ospitera' e presiedera' due importanti appuntamenti per il settore: la XVI Assemblea Generale delle agenzie stampa dell'Asia e dell'Oceano Pacifico, Oana, nonche' il V Congresso Mondiale delle agenzie di stampa. Il Forum internazionale umanitario di Baku si e' aperto ieri con un intervento del presidente azero Heydar Aliyev che, ha sottolineato Aslanov, ha avuto grandi meriti nello sviluppo delle relazioni tra l'Italia e il paese caucasico, allargando la cooperazione anche in campo umanitario e culturale. In quest'ottica rientrano varie iniziative portate avanti insieme, come quella a settembre all'Arena di Verona dove si e' svolto un mega concerto di musicisti italiani e azeri, e anche il restauro della catacomba romana dei Santi Marcellino e Pietro finanziata dalla fondazione della moglie del presidente azero Heydar Aliyev. Di Giovanni ha quindi sottolineato l'importanza dell'evento, alla sua quarta edizione, che ha riunito una folta delegazione di politici, businessman, accademici e media leader di 60 paesi per esplorare e discutere delle crisi mondiali, e affrontare problemi come quello dell'intolleranza etnica e religiosa. "Sono convinto ha detto Di Giovanni - che le due agenzie insieme contribuiranno all'espansione dei legami politici, economici e umanitari tra i due Paesi".

Nell'era digitale, con una straordinaria abbondanza di contenuti e di nuovi media, e di fronte alla rivoluzione dei social network, "sono le agenzie stampa che guidano il cambiamento", ha detto Di Giovanni, ospite del Forum umanitario di Baku in Azerbaigian dove ha partecipato a una tavola rotonda su 'La trasformazione dei media nell'era digitale', "Media Transformation in the Digital Age: New Development Trends", insieme ad Aslan Aslanov, direttore generale di Azertag, partner di AGI, Peter Kropsch amministratore delegato dell'agenzia stampa austriaca Apa e presidente dell'Alleanza europea delle agenzie stampa, Eana, Yong Soo Heong, General Manager dell'agenzia stampa malese Bernama, Atila Sertel, presidente della Federazione dei giornalisti turca, Elmira Akhundova, membro del Parlamento azero, Evgeny Bekasov, caporedattore di TV channel "Russia 24. 

"Lavoriamo 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana e sappiamo tutto sulla velocita', sulla precisione e sugli enormi volumi di informazione, siano essi video, testi o foto". "Con l'avvento dell'era digitale - ha detto Di Giovanni - le agenzie stampa hanno avuto la chance di farsi conoscere dal grande pubblico e di stabilire un contatto diretto con I lettori. Hanno avuto l'occasione di capire meglio gli argomenti di interesse e di indirizzarsi ali nuovi mercati". Oggi, ha aggiunto l'ad di Agi, le agenzie stampa competono con I giornali internazionali e I principali canali televisivi". Aprendo la tavola rotonda il direttore generale di Azertac, Aslan Aslanov, ha sottolineato come i media elettronici hanno iniziato gia' a rimpiazzare i media tradizionali anche se questi ultimi "non si oppongono all'innovazione, bensi' la sostengono". Il manager dell'agenzia nazionale azera, ha anche voluto sottolineare che il Paese caucasico "sta attraversando un momento di grande liberta' per l'informazione e questo grazie soprattutto al boom dei social media degli ultimi anni". Nel corso del panel il vice amministratore delegato di Itar Tass, Mikhail Gusman ha anche parlato delle diverse piattaforme di dialogo tra i mass media e dell'impatto dei social network sull'informazione tradizionale. "I media - ha affermato - hanno un ruolo molto particolare nell'era digitale che si sviluppa nel modo di fare informazione e in come fanno fronte ai nuovi bisogni della societa' e degli utenti", In quest'ottica, ha aggiunto, "noi siamo piu' responsabili nei confronti della societa'".


Condividi su
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Il giornale fatto da voi

In evidenza

Bruce Springsteen

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it