A- A+
Milano

 

dax odia ancora

Fabrizio Fratus, ex dirigente della Fiamma Tricolore, ex segretario di Daniela Santanché manda in stampa "Fascisti su Milano", per i tipi di AlpineStudio (€ 14). In un'intervista ad Affaritaliani.it anticipa il contenuto di quello che è un "romanzo reale". "Alcuni capitoli sono frutto di fantasia - spiega - Ma altri, come quello su Dax, sono assolutamente veri". Dax, l'idolo degli antagonisti, il comunista per eccellenza, è Davide Cesare, il ragazzo ucciso da alcuni simpatizzanti di estrema destra, rivela Fabrizio Fratus in effetti era fascista. "Era il mio responsabile del servizio d'ordine ai tempi della Fiamma Tricolore. Poi io lo espulsi. E quelli che l'hanno ammazzato sono dei cretini che più che chiamare il cane Rommel, non hanno mai fatto". Quindi Dax era un fascista: "Sì, facevamo politica insieme. Poi io l'ho mandato via, facendo un grave errore..." L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Fabrizio Fratus, andiamo subito a bomba: chi era Dax, per lei?
Dax era una persona con la quale ho bevuto, ho mangiato e ho fatto politica. Lui era il mio referento del servizio d'ordine alla Fiamma Tricolore...

Alla Fiamma Tricolore? Ma Dax era comunista, antagonista del centro sociale ORSO...
Dax non era comunista. Dax è diventato comunista perché io lo espulsi dalla Fiamma Tricolore.

Torniamo all'inizio: chi era Dax?
Dax è il soprannome di Davide Cesare. Frequentava un gruppo di ragazzi del Movimento Sociale Fiamma Tricolore. Lui aveva necessità di punti di riferimento forti. In un periodo lui faceva uso, a quanto si diceva in giro, di sostanze stupefacenti. Un giorno mi venne a dire che tornando della discoteca aveva "fatto un casino".

fascistimilano

 

Quale?
Che forse aveva messo incinta una ragazza.

E quindi?
Io feci un grave errore. Gli dissi: il tuo comportamento non è in linea con il nostro modo di vivere e quindi lo misi alla porta. Nel libro racconto che quello fu un mio sbaglio. Dax era ragazzo che aveva bisogno di aiuto, non da abbandonare. Ma anche io ero molto giovane, non ero saggio. Avevo solo 24 anni. Detto questo: Dax non era un comunista, ma aveva solo punti di riferimento.

Andiamo avanti.
Dax è sempre stato uno che cercava lo scontro.

In che senso?
Nel caso in cui lui viene ammazzato, come poi si è accertato dalle indagini, la politica non c'entrava nulla. Gli assassini avevano solo messo un nome a un cane. Dicono tanto di essere fascisti, ma poi non partecipavano a nulla, non avevano conoscenze. E avevano anche sporto denunce contro ragazzi che gli rompevano le scatole quando portavano in giro questo cane. Era una roba che andava avanti da tempo. Questi due cretini che poi hanno commesso l'omicidio era da tempo che si punzecchiavano. Dax e gli altri rompevano le scatole ed è venuto fuori il fattaccio.

Parliamo di Davide Tinelli.
Viene accoltellato sui Navigli. In quei giorni ero candidato al Comune e vengo attaccato come organizzatore del fatto. Salvo che poi viene fuori che chi ha aggredito Tinelli erano ragazzi della Fiamma, di An, della curva del Milan e pure dell'Inter. Insomma, un minestrone incredibile. Infatti non era credibile. Eppure la polizia sapeva benissimo che noi non facevamo uso di coltelli e armi.

Domanda che è anche una provocazione: lei non racconta la verità. Lei difende solo il fascismo.
Io racconto la verità perché questi sono i fatti. Poi è ovvio: è la mia verità.

Ma questo è un romanzo o un saggio? E' inventato o vero?
E' un romanzo mischiato a fatti veri, per i quali però c'è una specifica precisa. C'è scritto dove il lettore sta leggendo cose vere e dove sta leggendo cose di fantasia. Ma vorrei dire un'altra cosa...

Prego.
Io sono stato neofascista. Ma abbiamo negato il neofascismo a metà degli anni 2000. Se uno mi dice: per te il fascismo ha dei valori? Io rispondo sì. Ma il neofascismo è la negazione del fascismo.

A Milano ci sono ancora i fascisti?
Sì, hanno 90 anni oggi. Casa Pound si definisce neofascista. La Fiamma non esiste più da anni.

Voi però esistete ancora.
Sì. Io sono stato espulso nel 1997 da Rauti. E' dal 2004 che non faccio più parte di nessuna organizzazione neofascista.

Tags:
fratus dax fiamma








A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Notre Dame teatro del pensiero superfluo. La metafora del fuoco e dell'acqua
di Maurizio de Caro
Pasqua e ponti primaverili, la Puglia nelle mete preferite dagli stranieri
di Mariella Colonna
Domenico Palladino: “Come diventare imprenditori digitali dell’ospitalità”
di Ernesto Vergani


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.