A- A+
Politica
Lo sbarco di Salvini al Centro-Sud? Può essere un successo. Ecco perché

Il simbolo di Salvini? Colpisce nel segno

Di Gabriele Maestri *

A fine anno anche in politica è tempo di bilanci e classifiche. In quest'ultimo scampolo di 2014, gli analisti discuteranno sulla graduatoria dei personaggi o dei fatti degli ultimi dodici mesi, ma tra i loro punti di contatto uno sembra certo: l'ultimo "colpo" nella comunicazione politica, salvo sorprese sotto Natale o giù di lì, l'ha messo a segno Matteo Salvini.
Più che come segretario della Lega Nord, lo avrebbe fatto come promotore di Noi con Salvini, soggetto pensato per diffondere il suo progetto anche nel Centro, nel Sud e nelle isole. Una pagina nuova in ambiente leghista, ben diversa nei modi (e nel linguaggio) rispetto a quelle di un passato non troppo remoto. E a marcare il passaggio contribuisce a fondo pure il simbolo appena coniato.
Quell'emblema, infatti, ha il volto del nuovo che non ti aspetti: o meglio, te lo aspetti ma ti spiazza lo stesso. E non certo perché manchino il nome "Lega", il verde e Alberto da Giussano (sentiti come troppo "padani") o per il rilievo - prevedibile - dato al nome del leader leghista. Colpisce più di tutto quel "Noi", ad ampie lettere gialle, che emerge con prepotenza dal fondo blu appena sfumato. Si è detto che mescolando blu e giallo si ottiene il verde: l'osservazione è tanto elementare quanto acuta, ma non deve far perdere di vista il cuore della questione.
Matteo Salvini, con le sue battaglie contro l'Europa dell'euro e della burocrazia, l'immigrazione incontrollata e la tassazione asfissiante, ha raggiunto percentuali di gradimento al Centro e al Sud inimmaginabili pochi mesi fa: usando i vecchi segni, però, difficilmente le avrebbe trasformate in voti. D'altra parte, sostituire la statua del guerriero con un'altra immagine, magari un elemento territoriale come un monumento, avrebbe suscitato lotte tra campanili e disperso consensi.
Meglio puntare sull'identità delle persone, diversa da luogo a luogo ma accomunata dal progetto legato a Salvini. Si potevano mettere i potenziali elettori al centro della scelta politica: dovevano potersi riconoscere in un gruppo che funziona solo se tutti, uno a uno, si impegnano. E quale parola poteva riassumere tutto questo meglio di "Noi"?
Quel pronome, che fino all'altro ieri evocava soprattutto storie di sinistra o al più di centrosinistra, segna più di tutto il cambio di passo nella storia della Lega, l'idea di ripartire dalle cose che lì sembrano contare: la comunità e l'impegno nelle battaglie politiche. Per questo non serviva evocare i colori nazionali (il Carroccio non l'ha mai fatto) né immagini di vario tipo. Il nuovo marchio "Noi con Salvini" è l'accettazione di una sfida: per costruire il partito e correre alle elezioni c'è tempo, ma intanto il simbolo salta all'occhio e non passerà mai inosservato.

* Giornalista e studioso, autore di Per un pugno di simboli (Aracne, 2014) e amministratore del sito I simboli della discordia.
 

Tags:
noiconsalvini
in vetrina
Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

Mattone, scelto da 17,9% come investimento. Case indipendenti? Come prima casa

i più visti
in evidenza
Brigitte Macron torna a insegnare Prof in una scuola per disoccupati

Affari Europei

Brigitte Macron torna a insegnare
Prof in una scuola per disoccupati


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp

Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.