A- A+
Affari Europei
Parlamento Ue, al via la spartizione delle commissioni: Lega e M5S senza nulla
Di Maio & Salvini. Da lunedì, finita la campagna elettorale, basta litigate, per favore. Siamo esausti e rischiamo di pagare un conto salatissimo...

LOTTA PER LA PRESIDENZA DEL PARLAMENTO UE

Mentre gli occhi delle cancellerie di mezza Europa sono puntate su Strasburgo, dove mercoledì prossimo sarà eletto il nuovo presidente del Parlamento Ue, nei palazzi di Bruxelles fervono le trattative per la spartizione delle Commissioni parlamentari. Se infatti é vero che lo scranno oggi occupato da Antonio Tajani é di fondamentale importanza, non si deve dimenticare che lo sono anche le presidenze delle singole commissioni che discutono di dossier di vitale importanza per l'Italia.

LEGA E RN VOGLIONO DUE POLTRONE

Identità e democrazia, il gruppo che a Strasburgo mette assieme la Lega di Salvini e il Rassemblement National di Le Pen, aspira ad avere due poltrone: quella della commissione agricoltura e quella giuridica. Entrambe però sono rivendiate dalla Le Pen, mentre Salvini mira a portare la sua fedelissima Mara Bizzotto alla vicepresidenza del Parlamento. Tutte aspirazioni che potrebbero essere vanificate dal cordone sanitario messo in atto dai gruppi europeisti (Popolari, socialisti, liberali e la sinistra della Gue).

POLTRONE SPARTITE CON IL METODO D'HONDT

Ma quali sono invece le presidenze che gli altri gruppi parlamentari rivendicano? Il Partito popolare europeo, che comprende la sparuta pattuglia forzista, ha scelto la presidenza delle commissioni Affari esteri (Afet), Cultura (Cult), Sviluppo (Deve), Industria (Itre), Affari costituzionali (Afco), Petizioni e Controllo dei bilanci (Cont).

Il gruppo dei Socialisti e Democratici, casa del Pd, invece ha preferito puntare su Problemi economici e monetari (Econ), Commercio internazionale (Inta), Libertà civili, giustizia e affari interni (Libe), Diritti della donna (Femm) e della sotto-commissione per i Diritti umani (Droi).

Renew Europe, il nuovo gruppo nato dall'Alde con l'ingresso dei macroniani, ha optato per Ambiente (Envi), Pesca (Pech) e della sotto-commissione Difesa (Sede). Ai Verdi dovrebbe invece spettare la presidenza della commissione Mercato interno e protezione dei consumatori (Imco), oltre che di quella Trasporti e turismo (Tran). I conservatori Ecr, di cui fa parte Fratelli d'Italia, hanno scelto la presidenza della commissione Bilanci (Budg) e Occupazione (Empl). Infine, alla Sinistra Gue, sprovvista di delegati italiani, dovrebbe andare la commissione Sviluppo regionale (Regi).

GRILLINI SNZA NULLA IN MANO

Rimane completamente a bocca asciutta il Movimento 5 Stelle, che come abbiamo scritto in questo articolo, non essendo riuscito a formare un gruppo non può aspirare ad alcun incarico. Servono infatti almeno 25 parlamentari da 7 Paesi per poter dare vita ad un nuovo gruppo parlamentare.

DECLINO DELL'ITALIA NELLE PRESIDENZE

Insomma, per l'Italia sarà una legislatura in sordina. Durante la scorsa tornata elettorale infatti il Pd, membro del gruppo socialista e quindi 'legittimato' ad avere piú presidenze grazie anche al 40 e passa per cento ottenuto alle urne, aveva portato a casa più poltrone. Gli Affari economici e monetari, andati a Roberto Gualtieri, l'agricoltura, a Paolo de Castro, e la Cultura, Silvia Costa. A Forza Italia era spettata l'Ambiente e la Sicurezza alimentare, con Giovanni La Via, e ovviamente la presidenza del Parlamento, con Antonio Tajani.

Commenti
    Tags:
    parlamento uelegam5s
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia

    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.